Autore Topic: E' al contrario  (Letto 2088 volte)

Offline CFASD

  • Global Moderator
  • Utente d'Elite
  • Post: 10066
  • Sesso: Femmina
  • Skype: che contenga GILERA GSA
Re:E' al contrario
« Risposta #15 il: 09 Novembre 2017, 11:42:39 »
LIBA: c' un particolare motivo del posizionamento verso ALTO o BASSO?
La lavorazione del foro del perno e dei fori per il fissaggio sicuramente vengono effettuati in una sola volta con fodero e piastrina accoppiati, quindi un motivo potrebbe essere questo.
penso anche io che il motivo sia per ottenere l'accoppiamento corretto :ok:
Per non dimenticare...
12.02.2011 - Peppetdm900 : sempre con noi
23.10.2011 - Marco Simoncelli : ciao SuperSIC
30.09.2013 - Fabio : grazie di essermi stato amico

Offline liba

  • Utente d'Elite
  • Post: 3187
  • Sesso: Maschio
Re:E' al contrario
« Risposta #16 il: 09 Novembre 2017, 12:59:39 »
sar breve:  non lo so..

Offline RC_true

  • Esperto Consulente Bi4
  • Utente d'Elite
  • Post: 5707
  • Sesso: Maschio
Re:E' al contrario
« Risposta #17 il: 09 Novembre 2017, 13:29:33 »
Come vedete dalla foto, il piastrino ha una faccia che fresata pi corta ...ed la faccia che serve per avere l'effetto "strangolone".

Quindi, normalmente si dovrebbero serrare prima I due dadi della parte in cui la piastrina pi alta e poi gli altri due a "strangolare"; se si f l'inverso I piani di appoggio non coincidono e si rischia di rompere la piastrina!

Il fatto che si preferisca mettere i piani in appoggio sopra ha una (piccola) ragione di resistenza...nel senso che si preferisce avere i piani a contatto dalla parte dove si scarica la forza trasmessa alla ruota ( quindi sopra!).

In senso assoluto, vi dico che anche se si ribalta la piastrina il fatto non gravissimo...ammesso che si segua correttamente la sequenza di serraggio...prima i dadi del lato pi alto e poi i successivi!

Per smontare il perno ruota...tra l'altro...non sarebbe neanche necessario allentare tutti e 4 i dadi...basterebbe allentare i dadi del lato dove le facce non si toccano...non si farebbe nient'altro che fare la stessa operazione che si f sulle forcelle in cui il supporto integrato e ci sono solo due dadi di serraggio; tipicamente tutte le forcelle "europee" sono cos...solo le Giapponesi, in genere, usano il sistema della piastrina separate.

Ma allora..perch i Giapponesi preferiscono (preferivano....infatti questa soluzione costa di pi, quindi oggi viene usata sempre di meno!) la soluzione della piastrina "mobile"...semplice...perch in linea di montaggio l'operazione di montaggio della ruota diventa pi rapida: si mette il perno sulla ruota, si lascia la forcella senza piastrina e si appoggia il perno sulle "selle" e poi si fissa la piastrina!
Questo senz'altro pi rapido che non mettere la ruota e centrare il perno  "infilandolo" dal lato....considerando anche che il linea di montaggio l'operazione deve essere rapidissima ed il centraggio della ruota sui fori forcella non immediata....specie se si hanno dei distanziali da montare ; i Giapponesi...comunque...non lasciano MAI i distanziali liberi...ce li hanno sempre supportati dai paraoli che mettono da sempre...mentre in Europa, in passato...non era infrequente avere le ruote che non avevano i cuscinetti protetti dai paraoli!

Offline REDREX

  • Utente Assiduo
  • Post: 575
  • Sesso: Maschio
Re:E' al contrario
« Risposta #18 il: 09 Novembre 2017, 14:13:40 »
Come vedete dalla foto, il piastrino ha una faccia che fresata pi corta ...ed la faccia che serve per avere l'effetto "strangolone".

Quindi, normalmente si dovrebbero serrare prima I due dadi della parte in cui la piastrina pi alta e poi gli altri due a "strangolare"; se si f l'inverso I piani di appoggio non coincidono e si rischia di rompere la piastrina!

Il fatto che si preferisca mettere i piani in appoggio sopra ha una (piccola) ragione di resistenza...nel senso che si preferisce avere i piani a contatto dalla parte dove si scarica la forza trasmessa alla ruota ( quindi sopra!).

In senso assoluto, vi dico che anche se si ribalta la piastrina il fatto non gravissimo...ammesso che si segua correttamente la sequenza di serraggio...prima i dadi del lato pi alto e poi i successivi!

Per smontare il perno ruota...tra l'altro...non sarebbe neanche necessario allentare tutti e 4 i dadi...basterebbe allentare i dadi del lato dove le facce non si toccano...non si farebbe nient'altro che fare la stessa operazione che si f sulle forcelle in cui il supporto integrato e ci sono solo due dadi di serraggio; tipicamente tutte le forcelle "europee" sono cos...solo le Giapponesi, in genere, usano il sistema della piastrina separate.

Ma allora..perch i Giapponesi preferiscono (preferivano....infatti questa soluzione costa di pi, quindi oggi viene usata sempre di meno!) la soluzione della piastrina "mobile"...semplice...perch in linea di montaggio l'operazione di montaggio della ruota diventa pi rapida: si mette il perno sulla ruota, si lascia la forcella senza piastrina e si appoggia il perno sulle "selle" e poi si fissa la piastrina!
Questo senz'altro pi rapido che non mettere la ruota e centrare il perno  "infilandolo" dal lato....considerando anche che il linea di montaggio l'operazione deve essere rapidissima ed il centraggio della ruota sui fori forcella non immediata....specie se si hanno dei distanziali da montare ; i Giapponesi...comunque...non lasciano MAI i distanziali liberi...ce li hanno sempre supportati dai paraoli che mettono da sempre...mentre in Europa, in passato...non era infrequente avere le ruote che non avevano i cuscinetti protetti dai paraoli!


FATE UN MONUMENTO A QUEST'UOMO

Offline siplitaro

  • Utente d'Elite
  • Post: 2317
  • Sesso: Maschio
Re:E' al contrario
« Risposta #19 il: 09 Novembre 2017, 15:18:33 »
effetto "strangolone" .. :jump:
meglio 1 giorno su un Gilera che 100 sotto.....

Offline CFASD

  • Global Moderator
  • Utente d'Elite
  • Post: 10066
  • Sesso: Femmina
  • Skype: che contenga GILERA GSA
Re:E' al contrario
« Risposta #20 il: 09 Novembre 2017, 20:17:41 »
ROMOLO: ... io mi son perso nelle spiegazioni ... non trovo pi le briccioline di mollica dopo la frase del tuo "solo le Giapponesi, in genere, usano il sistema della piastrina separate."! Mangiate dagli uccellini dei neuroni fulminati!
Per non dimenticare...
12.02.2011 - Peppetdm900 : sempre con noi
23.10.2011 - Marco Simoncelli : ciao SuperSIC
30.09.2013 - Fabio : grazie di essermi stato amico

Offline Patricio

  • Utente Normale
  • Post: 410
  • Sesso: Maschio
Re:E' al contrario
« Risposta #21 il: 09 Novembre 2017, 21:04:52 »
Come vedete dalla foto, il piastrino ha una faccia che fresata pi corta ...ed la faccia che serve per avere l'effetto "strangolone".

Quindi, normalmente si dovrebbero serrare prima I due dadi della parte in cui la piastrina pi alta e poi gli altri due a "strangolare"; se si f l'inverso I piani di appoggio non coincidono e si rischia di rompere la piastrina!

Il fatto che si preferisca mettere i piani in appoggio sopra ha una (piccola) ragione di resistenza...nel senso che si preferisce avere i piani a contatto dalla parte dove si scarica la forza trasmessa alla ruota ( quindi sopra!).

In senso assoluto, vi dico che anche se si ribalta la piastrina il fatto non gravissimo...ammesso che si segua correttamente la sequenza di serraggio...prima i dadi del lato pi alto e poi i successivi!

Per smontare il perno ruota...tra l'altro...non sarebbe neanche necessario allentare tutti e 4 i dadi...basterebbe allentare i dadi del lato dove le facce non si toccano...non si farebbe nient'altro che fare la stessa operazione che si f sulle forcelle in cui il supporto integrato e ci sono solo due dadi di serraggio; tipicamente tutte le forcelle "europee" sono cos...solo le Giapponesi, in genere, usano il sistema della piastrina separate.

Ma allora..perch i Giapponesi preferiscono (preferivano....infatti questa soluzione costa di pi, quindi oggi viene usata sempre di meno!) la soluzione della piastrina "mobile"...semplice...perch in linea di montaggio l'operazione di montaggio della ruota diventa pi rapida: si mette il perno sulla ruota, si lascia la forcella senza piastrina e si appoggia il perno sulle "selle" e poi si fissa la piastrina!
Questo senz'altro pi rapido che non mettere la ruota e centrare il perno  "infilandolo" dal lato....considerando anche che il linea di montaggio l'operazione deve essere rapidissima ed il centraggio della ruota sui fori forcella non immediata....specie se si hanno dei distanziali da montare ; i Giapponesi...comunque...non lasciano MAI i distanziali liberi...ce li hanno sempre supportati dai paraoli che mettono da sempre...mentre in Europa, in passato...non era infrequente avere le ruote che non avevano i cuscinetti protetti dai paraoli!

Grazie RC_true!! Risposta pi che esaustiva!!

Offline RC_true

  • Esperto Consulente Bi4
  • Utente d'Elite
  • Post: 5707
  • Sesso: Maschio
Re:E' al contrario
« Risposta #22 il: 10 Novembre 2017, 00:00:52 »
effetto "strangolone" .. :jump:

E che dovevo dire "clamping"?

Offline RC_true

  • Esperto Consulente Bi4
  • Utente d'Elite
  • Post: 5707
  • Sesso: Maschio
Re:E' al contrario
« Risposta #23 il: 10 Novembre 2017, 00:15:27 »
ROMOLO: ... io mi son perso nelle spiegazioni ... non trovo pi le briccioline di mollica dopo la frase del tuo "solo le Giapponesi, in genere, usano il sistema della piastrina separate."! Mangiate dagli uccellini dei neuroni fulminati!

Volevo dire che la soluzione a piastrina mobile era usatissima sulle forche Giappe...mentre le Europee la usavano poco: io me la ricordo solo sulle Paioli usate sulla XRT e sulle Rally 250 (sul Dakota ho un buco di memoria!) mentre....per esempio...le Marzocchi non l'hanno mai usata, preferendo la soluzione col supporto perno integrale e col taglio "strangolato" da due (talvolta una!) dadi.

Questa soluzione...poi...mica cos inusuale: il fissaggio dei manubri alla piastra forcella usa, praticamente da sempre, lo stesso concetto: In questo caso in Italia il cavallotto aveva tutte e due le facce "corte"...al punto che il serraggio v fatto serrando alternativamente da una parte e dall'altra per evitare che il piastrino si inclini; sulle giapponesi , invece, I cavallotti sono sempre uno lungo (che va' in battuta su un piano del cavallotto ricavato sulla piastra, serrando per primo il dado relatico) ed uno corto, che v serrato successivamente.

Sono stato spiegato?

Offline pegaso_grigio

  • Utente d'Elite
  • Post: 3443
  • Sesso: Maschio
  • Skype: DAKOTA 500
Re:E' al contrario
« Risposta #24 il: 10 Novembre 2017, 00:20:14 »
Il Dakota con le Marzocchi ha come hai detto il taglio nella forcella idem mi pare le forcelle della MXR,  non so cosa abbia il Dakota ER che monta le Paioli
A volte la "macchina" del tempo.... soltanto una moto

Offline fanelliale

  • Utente d'Elite
  • Post: 1587
  • Sesso: Maschio
Re:E' al contrario
« Risposta #25 il: 10 Novembre 2017, 07:49:03 »
ROMOLO: ... io mi son perso nelle spiegazioni ... non trovo pi le briccioline di mollica dopo la frase del tuo "solo le Giapponesi, in genere, usano il sistema della piastrina separate."! Mangiate dagli uccellini dei neuroni fulminati!

 ..........

Sono stato spiegato?

Siamo stati capiti!!

 :rotolol: :rotolol:

Offline CFASD

  • Global Moderator
  • Utente d'Elite
  • Post: 10066
  • Sesso: Femmina
  • Skype: che contenga GILERA GSA
Re:E' al contrario
« Risposta #26 il: 10 Novembre 2017, 09:11:41 »
ROMOLO: ... io mi son perso nelle spiegazioni ... non trovo pi le briccioline di mollica dopo la frase del tuo "solo le Giapponesi, in genere, usano il sistema della piastrina separate."! Mangiate dagli uccellini dei neuroni fulminati!

Volevo dire che la soluzione a piastrina mobile era usatissima sulle forche Giappe...mentre le Europee la usavano poco: io me la ricordo solo sulle Paioli usate sulla XRT e sulle Rally 250 (sul Dakota ho un buco di memoria!) mentre....per esempio...le Marzocchi non l'hanno mai usata, preferendo la soluzione col supporto perno integrale e col taglio "strangolato" da due (talvolta una!) dadi.

Questa soluzione...poi...mica cos inusuale: il fissaggio dei manubri alla piastra forcella usa, praticamente da sempre, lo stesso concetto: In questo caso in Italia il cavallotto aveva tutte e due le facce "corte"...al punto che il serraggio v fatto serrando alternativamente da una parte e dall'altra per evitare che il piastrino si inclini; sulle giapponesi , invece, I cavallotti sono sempre uno lungo (che va' in battuta su un piano del cavallotto ricavato sulla piastra, serrando per primo il dado relatico) ed uno corto, che v serrato successivamente.

Sono stato spiegato?
CAPITO MI FUI, COME SPIEGATO TI FOSTI!
Grazie Romolo.
In sincerit: non avevo mai fatto caso a tale situation, beata ignoranza.
Cmq, utile disquisizione per futuri lavoretti.
'AO.
Per non dimenticare...
12.02.2011 - Peppetdm900 : sempre con noi
23.10.2011 - Marco Simoncelli : ciao SuperSIC
30.09.2013 - Fabio : grazie di essermi stato amico