Autore Topic: ammortizzatore posteriore nordwest  (Letto 3153 volte)

Offline Tizio.8020

  • Utente d'Elite
  • Post: 5468
  • Sesso: Maschio
  • Skype: GSA manco morto
Re:ammortizzatore posteriore nordwest
« Risposta #45 il: 25 Ottobre 2018, 13:45:07 »
Infatti io voglio fare il contrario!

 [banana] [banana] [banana]

Offline federosso

  • Utente d'Elite
  • Post: 9542
  • Sesso: Maschio
Re:ammortizzatore posteriore nordwest
« Risposta #46 il: 25 Ottobre 2018, 15:09:10 »
OT

Io, personalmente penso che molare una molla temperata non sia proprio ortodosso...

 [CFASD]

Beh, in effetti non sei un Ing. del settore come la persona che me lo suggerì.   
Tra l'altro, è una pratica abbastanza comune per trovare il k giusto quando si mettono a punto i proto.

Fine OT
...Infatti quando poi guidi una moto "tua" ti sembra sempre di essere riuscito a migliorare le cose che non ti piacevano, e anche se...non è così, si gusta più serenamente la guida! eggià... (Duc27)

Offline Topogigi

  • Utente d'Elite
  • Post: 1990
  • Sesso: Maschio
Re:ammortizzatore posteriore nordwest
« Risposta #47 il: 26 Ottobre 2018, 18:01:10 »
OT. Chu suggerisce di molare la molla in un mono per problemi di ingombri non è un ingegnere, direi piuttosto..."altro"  :rotolol:. Forse era un burlone!!!  :rotolol:
Usa la TESTA, Luke...

Offline federosso

  • Utente d'Elite
  • Post: 9542
  • Sesso: Maschio
Re:ammortizzatore posteriore nordwest
« Risposta #48 il: 26 Ottobre 2018, 18:47:15 »
Come vuoi.
Nel caso specifico tieni presente la spira interessata (in pratica non lavora).
Riguardo ai proto a cui limano le spire per aggiustare il k ... e poi misurarlo  per la versione definitiva, mi fa piacere averti trasferito qualcosa.

Riguardo al "burlone" ingegnere... beh... se leggerà e vorrà ti spiegherà meglio lui.  :ciao:
...Infatti quando poi guidi una moto "tua" ti sembra sempre di essere riuscito a migliorare le cose che non ti piacevano, e anche se...non è così, si gusta più serenamente la guida! eggià... (Duc27)

Offline Topogigi

  • Utente d'Elite
  • Post: 1990
  • Sesso: Maschio
Re:ammortizzatore posteriore nordwest
« Risposta #49 il: 26 Ottobre 2018, 20:19:54 »
Si impara sempre qualcosa, io per primo! Pensavo che la costante elastica di una molla che lavora su un certo tipo di mezzo fosse definita con dei calcoli non con metodi empirici, concordo sul fatto che poi smerigliare l'ultima spira può essere anche ininfluente se fatto senza provocare surriscaldamenti.  Mi spiego: quel colore ambrato che prendono i metalli al momento dell'azione di smerigliatura è sintomo di un aumento di temperatura considerevole (nella foto lo si deduce dalle calde che si vedono sulla molla) si arriva facilmente a superare i seicento settecento gradi.  (il metallo arriva al color blu) Se si insiste si arriva a superare i novecento gradi e appare il tipico color rosso ciliegia. Queste azioni esercitate su parti temperate come le molle (qualsiasi tipo) non sono raccomandabili perché possono provocare considerevoli variazioni della famosa costante elastica. Tutto questo per farti capire che non sono laureato in ingegneria ma ai miei tempi ho studiato (bene!) Tecnologia dei metalli.  In soldoni la molla potrebbe indurirsi troppo e spaccarsi o diventare molto morbida e deformarsi plasticamente  nel punto limitrofo alla smerigliatura, ciò potrebbe portare ad un viaggetto premio in Ortopedia o peggio!  [crying] Perdonami i tecnicismi ma è più di venticinque anni che lavoro nel campo della carpenteria e metalmeccanica ma gli ingegneri che le sparano mi fanno sempre specie.
Usa la TESTA, Luke...

Offline federosso

  • Utente d'Elite
  • Post: 9542
  • Sesso: Maschio
Re:ammortizzatore posteriore nordwest
« Risposta #50 il: 26 Ottobre 2018, 20:27:14 »
Allora sai!  :rotolol:
...Infatti quando poi guidi una moto "tua" ti sembra sempre di essere riuscito a migliorare le cose che non ti piacevano, e anche se...non è così, si gusta più serenamente la guida! eggià... (Duc27)

Offline federosso

  • Utente d'Elite
  • Post: 9542
  • Sesso: Maschio
Re:ammortizzatore posteriore nordwest
« Risposta #51 il: 26 Ottobre 2018, 20:50:11 »
OT

cioè, mi spiego.

Spoiler: mostra
primo post :

Io, personalmente penso che molare una molla temperata non sia proprio ortodosso...

secondo post:
OT. Chu (chi) suggerisce di molare la molla in un mono per problemi di ingombri non è un ingegnere, direi piuttosto..."altro"  :rotolol:. Forse era un burlone!!!  :rotolol:

Da ultimo... tiri fuori la "bruciatura" ... magari tu l'avessi detto come prima nota poteva pure meritare attenzione, ma così non è stato. Ti avrei spiegato che le temperature di cui parli non sono state minimamente raggiunte, non entro in tecnicismi ma un occhio attento e sapiente lo capirebbe anche dai particolari della stessa foto.

E insisti a dubitare dell'indicazione datami da chi ne sa più di te. Lo posso dire con certezza.

Sei un pochetto ingenuo anche nello scrivere
... Pensavo che la costante elastica di una molla che lavora su un certo tipo di mezzo fosse definita con dei calcoli non con metodi empirici, ...

Mica solo la molla, pure dimensioni pneumatici, pressioni...componentistica varia...etc.  viene "ormai" calcolata a computer.

Eppure i test su strada e al banco li fanno lo stesso...
Strano vero?!

Senti,  ormai so che approccio hai nelle discussioni e nel cercare la ragione con polemica, a me non interessa convincerti ma il topic è interessante e mi è doveroso ribadire che per quello che riguarda il topic una cosa è importante:

Una modifica come quella fatta da me e postata da yumax è praticabile e all'epoca fu indicata da persone che progettano e testano motoveicoli da... 40 anni.

Per il resto, topogigi, puoi continuare da solo nel cercarti le difese per una prima tua affermazione fallace e ingenua.
Io la prossima volta che mi dai del bugiardo (mettere in dubbio che l'indicazione fosse stata data da un qualificatissimo ingegnere tacciandolo di essere un pagliaccio equivale a questo) non sto a discutere e segnalo la cosa ai mod che decideranno poi per loro conto come è meglio giudicare la cosa.


Fine OT



« Ultima modifica: 26 Ottobre 2018, 23:30:36 da federosso »
...Infatti quando poi guidi una moto "tua" ti sembra sempre di essere riuscito a migliorare le cose che non ti piacevano, e anche se...non è così, si gusta più serenamente la guida! eggià... (Duc27)

Offline seelvdb

  • Nuovo Utente
  • Post: 167
  • Sesso: Maschio
Re:ammortizzatore posteriore nordwest
« Risposta #52 il: 26 Ottobre 2018, 21:30:58 »
sto seguendo il post perchè ho un nordy con l'ammortizzatore che è da revisionare o sostituire(ho un ammo usato con 10 mila km che potrei montare ma se riesco a migliorare non e male)

alcune volte mi viene da sorridere quando leggo certe diatribe e son convinto che ogni uno  di noi ha le sue idee a livello di meccanica, ma  di una cosa  sono sicuro che se le persone civili   dialogano di persona queste baggianate non succedono di sicuro :ballo: :ballo: :ballo:

topo se il lavoro fatto sulla molla modificata di flessibile o altro (ma sicuramente ad alto numeri di giri )
fosse stato fatto di lima o altro tipo moletta ad aria con fresetta (ovviamente di materiale che possa aggredire il trattamento della molla) avrebbe cambiato qualcosa nella molla ?

Offline federosso

  • Utente d'Elite
  • Post: 9542
  • Sesso: Maschio
Re:ammortizzatore posteriore nordwest
« Risposta #53 il: 26 Ottobre 2018, 22:47:38 »
ti rispondo io: no,
modificare il diametro del filo nell'ultima spira è praticamente ininfluente per la risposta della molla.


...Infatti quando poi guidi una moto "tua" ti sembra sempre di essere riuscito a migliorare le cose che non ti piacevano, e anche se...non è così, si gusta più serenamente la guida! eggià... (Duc27)

Offline Topogigi

  • Utente d'Elite
  • Post: 1990
  • Sesso: Maschio
Re:ammortizzatore posteriore nordwest
« Risposta #54 il: 27 Ottobre 2018, 02:26:07 »
OT La mia non è una polemica fine a se stessa, Io sono certo di sapere quel che dico!  In sincerità, quello è un lavoro fatto male, (ci voglio andar leggero!)  che oltre ad essere veramente antiestetico potrebbe risultare anche pericoloso,  se lo avesse fatto un officina meccanica i discorsi e le risate si sprecavano!! non aggiungo altro.
Usa la TESTA, Luke...

Offline federosso

  • Utente d'Elite
  • Post: 9542
  • Sesso: Maschio
Re:ammortizzatore posteriore nordwest
« Risposta #55 il: 27 Ottobre 2018, 07:35:46 »
È vero,
Lavoro forse bruttino... ma sicuro e funzionale.
Con maggiore precisione di esecuzione (lo riconosco), adatto allo scopo e da perseguire in situazioni analoghe.

Insisto pure io non per convincere topogigi o fare a "chi ce l'ha più lungo", ma proprio per la questione del topic.

Infatti chi si dovesse trovare in quella situazione la molatura/limatura/carteggiatura di una parte e di una zona come quella su cui lavorai io, non è pericolosa. Se fatta ovviamente con criterio , asportando poco materiale e giustamente stando attenti a non surriscaldarlo **. E non modifica in termini pratici il comportamento della molla.

** a riguardo volevo dire che non superai senz'altro temperature critiche, il discorso colore meriterebbe un tecnicismo che non mi interessa in quanto OT. Liberi di pensare che non ne abbia tenuto conto , dell'aspetto temperatura, ma non utilizziamo questo argomento limitato al mio caso specifico per "smontare" la modifica e tacciarla di burloneria.

Comunque, proprio per tornare utile al topic.

Chi legge ha due versioni a riguardo di questa "modifica":

Topogigi giustamente si avvale delle sue conoscenze e esperienze, io mi basai sui consigli di un progettista telaista (e mi limito nella descrizione delle competenze).

Ognuno poi valuti se il consiglio possa tornare praticabile o meno .
« Ultima modifica: 27 Ottobre 2018, 07:50:10 da federosso »
...Infatti quando poi guidi una moto "tua" ti sembra sempre di essere riuscito a migliorare le cose che non ti piacevano, e anche se...non è così, si gusta più serenamente la guida! eggià... (Duc27)

Offline Tizio.8020

  • Utente d'Elite
  • Post: 5468
  • Sesso: Maschio
  • Skype: GSA manco morto
Re:ammortizzatore posteriore nordwest
« Risposta #56 il: 27 Ottobre 2018, 18:28:23 »
Arrivato il mono Ohlins ex TT600R.
Boh, non so che dire...sembra il suo.
SE avesser o fatto un mono Ohlins per Gilera 600, sarebbe così.
Unica differenza i fori da 12 mm anzichè da 10 mm.
Sopra ho tolto i distanziali originali e ne ne ho fatti due io con il foro giusto.
Sotto boh... vediamo.
Al limite basta una boccolina per stringere il foro.


visitors can't see pics , please register or login



visitors can't see pics , please register or login


Ora ne cerco altri.
Dovrebbe andar bene sia su Nordwest che sul Cobra.




Offline neno

  • Nuovo Utente
  • Post: 213
  • Sesso: Maschio
Re:ammortizzatore posteriore nordwest
« Risposta #57 il: 27 Ottobre 2018, 18:42:49 »
Mi sento un po' pirla...  :azz:
I have a dream...

Offline Tizio.8020

  • Utente d'Elite
  • Post: 5468
  • Sesso: Maschio
  • Skype: GSA manco morto
Re:ammortizzatore posteriore nordwest
« Risposta #58 il: 27 Ottobre 2018, 19:19:38 »
Te?
Io ad averlo saputo, l'avrei comprato ventanni fa... sai quanti se ne trovavano, nuovi?

Offline Topogigi

  • Utente d'Elite
  • Post: 1990
  • Sesso: Maschio
Re:ammortizzatore posteriore nordwest
« Risposta #59 il: 27 Ottobre 2018, 20:09:59 »
Complimenti veramente bello, un altro mondo rispetto all'originale!! L'unica cosa che mi fa pensare riguarda il fatto che il Nordy è praticamente  una moto stradale e questa unità nasce per una moto da off,comunque non penso che sia difficile da settare. Quanto è l'interasse?
Usa la TESTA, Luke...