Autore Topic: Rapporto escursione forcella e forcellone  (Letto 66 volte)

Online Muntagnin

  • Utente Normale
  • Post: 269
  • Sesso: Maschio
Rapporto escursione forcella e forcellone
« il: 31 Ottobre 2019, 12:03:48 »
Confesso che nel mondo saltafossi, come taroccatore, stò entrandoci solo ora.
Spulciando i dati di varie case ho notato che a volte l'escursione della ruota anteriore è maggiore di quella della ruota posteriore ... a volte è al contrario.
Idem per i valori che possono variare di pochi mm a alcuni cm..
Vi chiedo:
esiste una "regola" empirica di partenza che stabilisca questi valori?
mai mulà

Online RC_true

  • Esperto Consulente Bi4
  • Utente d'Elite
  • Post: 5638
  • Sesso: Maschio
Re:Rapporto escursione forcella e forcellone
« Risposta #1 il: 31 Ottobre 2019, 13:41:20 »
No...Muntagnin...non esiste una regola aurea che leghi questi due dati.

Esistono ovviamente dei "campi" di escursione che dipendono dall'uso che si vuol fare della moto:

1) Fino a 120/130mm...siamo nel campo della "Stradale Secca"...quella che và in crisi anche a passare sopra i rallentatori (...che Dio stramaledica chi li ha inventati e chi si ostina a metterli anche dove non servono e....soprattutto...a segnalarli male!!)

2) Sopra i 200 mm: qui si entra nel campo "Saltafoss"...con i fossi sempre più profondi man mano che si aumenta la escursione

3) In mezzo c'è tutta la gamma dei "E' così e và bene lo stesso"...oppure "Qualche volta serve".... se non dei "Vorrei ma non posso"....anche qui in gradazione a crescere tra le categoria 1) e quella 2).

Passando alla classe che a te, in questo momento, interessa di più...cioè i "Saltafoss"...il vecchio detto "Più ce n'è..meglio è" ha una sua validità indiscussa; il limite alla crescita è un limite fisico degli utilizzatori...con più corsa fanno le sospensioni con più la sella si alza...ed il piede dei "Normolinei" comincia a non toccare più, quindi sicuramente il fatto di mettere il piano sella ad altezza "Cavallo utente" è il fattore che frena la corsa sopra i 300mm.

A voler essere pignoli, oltre alla ragione primaria che limita la esplosione di corse ruota astronomiche ( che...se la popolazione mondiale continuasse a crescere come effettivamente succede...potrebbe farci pensare che fra 50 anni le moto saltafoss avrebbero tutte 350 mm di corsa!), dobbiamo dire che con più la moto si alza, con più si alza il Baricentro del complesso "Veicolo/ Pilota" e quindi anche le considerazioni su dove questo benedetto puntino debba stare per far sì che la moto faccia il miglior tempo in Prova Speciale comincierebbero ad essere importanti...ma divagheremmo troppo!

Veniamo alla tua domanda principale: La corsa ruota anteriore e quella posteriore devono essere uguali?

Diciamo che, in generale, è meglio che siano assai vicine: questo perchè se sono molto dissimili il veicolo avrebbe degli scompensi "geometrici" in fase di assorbimento delle aperità: per dirla con parole semplici...l'ideale per l'assetto di un veicolo che passa sopra degli ostacoli in serie è che rimanga neutro, con solo le ruote che fanno su e giu'...se le escursioni ant e post (quindi le proprie rigidezze e frequenze di risposta) fossero molto dissimili, sopra una serie di ostacoli ripetuti si vedrebbe il corpo veicolo "ondeggiare" di continuo e questo porterebbe prima o poi a delle perdite di stabilità!


Ma...allora...perchè leggendo i dati si vedono queste differenze?


In prima battuta teniamo conto di una cosa; Per la sospensione anteriore la corsa ruota è intesa secondo l'asse della forcella, quindi.... siccome c'è l'angolo di inclinazione forcella...l'effettivo innalzamento della ruota anteriore è più basso rispetto alla effettiva corsa....se tu moltiplichi per 0,89 (Che poi è il coseno dell'angolo tipico della forcella, circa 27°) la corsa forcella troverai un valore più vicino a quello della ruota posteriore!


In seconda battuta...spesso...sono i limiti geometrici a fine corsa ( la ruota anteriore non deve entrare nel telaio o nel radiatore...e quella post non deve entrare nella scatola filtro!) che determinano queste disuguaglianze.


Sono stato un po' confuso...me ne rendo conto...ma ho cercato di mettere dentro (quasi) tutte le considerazioni legate alla tua domanda!