Autore Topic: carrello portamoto - partiamo da zero  (Letto 551 volte)

Offline federosso

  • Utente d'Elite
  • Post: 9563
  • Sesso: Maschio
carrello portamoto - partiamo da zero
« il: 17 Novembre 2019, 19:46:41 »
Mi pareva che se ne fosse già parlato ma con una ricerca "leggera" non ho trovato un topic dedicato. Nello stesso tempo ho tante domande e preferivo indicazioni dirette.
Nel caso poi i mod potranno accorpare questo ad altre discussioni.

Dunque,
mi piacerebbe affrontare il tema del carrello porta moto.

I quesiti sono:

- la legge mi obbliga a portare le moto su un carrello dedicato o potrei usare un carrello generico (attrezzato "self made" per il carico di moto)?
- so che trovo i dati di trasporto sul libretto, come li interpreto?
- per il carrello adatto allo scopo (1/2 moto) serve assicurazione specifica, targa propria etc.?
- l'assicurazione del veicolo aumenta di tanto (secondo le vostre esperienze)
- la C3 di Chiara (allego sotto libretto) potrebbe essere sufficiente?
- per un uso saltuario (3-4 volte l'anno ... forse 6 ) potrebbe convenire invece montare solo il gancio e poi affittarlo quando serve?
- secondo voi che budget devo prevedere tra montaggio gancio e tutto il resto?
- non ho mai guidato un'auto con carrello, è difficile?

Mi pare tutto.

[ I visitatori non possono visualizzare gli allegati ]
...Infatti quando poi guidi una moto "tua" ti sembra sempre di essere riuscito a migliorare le cose che non ti piacevano, e anche se...non è così, si gusta più serenamente la guida! eggià... (Duc27)

Offline federosso

  • Utente d'Elite
  • Post: 9563
  • Sesso: Maschio
Re:carrello portamoto - partiamo da zero
« Risposta #1 il: 17 Novembre 2019, 20:04:49 »
aggiungo:
- come funziona la revisione dei carrelli?

OT
@mod
ho visto che il topic risulta doppio. ovviamente è un errore di caricamento. Uno sarebbe da eliminare.
...Infatti quando poi guidi una moto "tua" ti sembra sempre di essere riuscito a migliorare le cose che non ti piacevano, e anche se...non è così, si gusta più serenamente la guida! eggià... (Duc27)

Offline Filippo

  • Administrator
  • Utente d'Elite
  • Post: 14278
  • Sesso: Maschio
  • Skype: filippo.rc
Re:carrello portamoto - partiamo da zero
« Risposta #2 il: 17 Novembre 2019, 20:17:51 »
Costo gancio montato e collaudato presumo 500€ circa.

guida con carrello: in avanti abbastanza normale, basta un minimo di accortezza con gli ingobri o se stringe nelle curve.

In manovara devi imarare a gestire il carrello in controsterzo: Per fare girare il carrello dove vuoi tu devi inizialmente sterzare al contrario  e poi sterzare nel verso giusto (più facile a frlo che a dirlo)
Fidatevi di ciò che scrivo, non è farina del mio sacco. O me l'hanno suggerito oppure l'ho visto scritto da qualche parte visitors can't see pics , please register or login

Offline bigbore

  • Utente d'Elite
  • Post: 4907
  • Sesso: Maschio
  • Skype: GILERA GSA uber alles
Re:carrello portamoto - partiamo da zero
« Risposta #3 il: 17 Novembre 2019, 20:20:39 »
posso solo rispondere all'ultima per esperienza vissuta.

>non ho mai guidato un'auto con carrello, è difficile?<

devi andare piano in generale, cioè "ammorbire" frenate e curve e moderare la velocità massima. La retromarcia richiede un certo apprendistato... tutto sommato è alla portata di un federosso  [CFASD]
molti preferiscono il furgone proprio per evitare sia i limiti di velocità sia le grane della retromarcia.

Offline federosso

  • Utente d'Elite
  • Post: 9563
  • Sesso: Maschio
Re:carrello portamoto - partiamo da zero
« Risposta #4 il: 17 Novembre 2019, 20:26:41 »
sto leggendo un po' in rete.

ma i carrelli appendice è vero che non hanno immatricolazione? Ci si può portare motociclette?
...Infatti quando poi guidi una moto "tua" ti sembra sempre di essere riuscito a migliorare le cose che non ti piacevano, e anche se...non è così, si gusta più serenamente la guida! eggià... (Duc27)

Offline Gatto Silvestro53

  • Utente Autorevole
  • Post: 964
  • Sesso: Maschio
Re:carrello portamoto - partiamo da zero
« Risposta #5 il: 17 Novembre 2019, 20:46:54 »
In Italia, dove l'UCAS (Ufficio Complicazioni Affari Semplici) è sempre aperto ed efficiente, i rimorchi non "generici" sono sempre dedicati a un uso specifico e solo quello. Le moto risultano comprese in questo caso in quanto esistendo l'omologazione "porta moto" con le sue particolarità (fermi ruote ant. e cinghie), quelli devi usare. Se trasporti moto non targate, quindi da gara o semplice svago al di fuori della circolazione pubblica, puoi rientrare nei carrelli non specifici dichiarando il "trasporto attrezzature sportive"; io ho fatto così con un carrello con pianale, utilizzando comunque gli opzional dei porta moto. E' un po' "tirata", un escamotage, ma funziona. Se ti servirà per il trasporto anche di altre cose è una buona soluzione, altrimenti prendilo fra quelli fatti apposta, che costano pure meno. I carrelli appendice hanno dimensioni tali che non puoi portarci una moto, tantomeno due, che sarebbero fuori portata massima.
Maurizio


P.S.: Filippo, dicci chi ti monta il gancio con quella cifra che vengo di corsa ...
M.
Un 50ino non diventa perfetto quando non hai altro da aggiungere, ma solo quando non hai più niente da togliere ...
(Libero adattamento da Antoine de Saint-Exupéry)

Offline federosso

  • Utente d'Elite
  • Post: 9563
  • Sesso: Maschio
Re:carrello portamoto - partiamo da zero
« Risposta #6 il: 17 Novembre 2019, 21:04:32 »
Riguardo all'auto su cui nel caso preferirei montare il gancio? Cosa ne pensate?
Potrebbe "bastare"?
...Infatti quando poi guidi una moto "tua" ti sembra sempre di essere riuscito a migliorare le cose che non ti piacevano, e anche se...non è così, si gusta più serenamente la guida! eggià... (Duc27)

Offline Filippo

  • Administrator
  • Utente d'Elite
  • Post: 14278
  • Sesso: Maschio
  • Skype: filippo.rc
Re:carrello portamoto - partiamo da zero
« Risposta #7 il: 17 Novembre 2019, 21:25:19 »
Meno la macchina è potente e più noterai il peso del carrello. Pensi di fare passi alpini o andare in pianura?
Fidatevi di ciò che scrivo, non è farina del mio sacco. O me l'hanno suggerito oppure l'ho visto scritto da qualche parte visitors can't see pics , please register or login

Offline federosso

  • Utente d'Elite
  • Post: 9563
  • Sesso: Maschio
Re:carrello portamoto - partiamo da zero
« Risposta #8 il: 17 Novembre 2019, 21:30:43 »
Per lo più autostrada e collina.
Mi chiedevo se i 75cv per portare moto e carrello possano bastare.
Considera che è un diesel con coppia a giri bassissimi.
...Infatti quando poi guidi una moto "tua" ti sembra sempre di essere riuscito a migliorare le cose che non ti piacevano, e anche se...non è così, si gusta più serenamente la guida! eggià... (Duc27)

Offline Filippo

  • Administrator
  • Utente d'Elite
  • Post: 14278
  • Sesso: Maschio
  • Skype: filippo.rc
Re:carrello portamoto - partiamo da zero
« Risposta #9 il: 17 Novembre 2019, 21:41:18 »
Io ho girato con la 127 col carrello coi sacchi di grano....
Fidatevi di ciò che scrivo, non è farina del mio sacco. O me l'hanno suggerito oppure l'ho visto scritto da qualche parte visitors can't see pics , please register or login

Offline federosso

  • Utente d'Elite
  • Post: 9563
  • Sesso: Maschio
Re:carrello portamoto - partiamo da zero
« Risposta #10 il: 17 Novembre 2019, 22:07:04 »
Non male.  :fuma:
...Infatti quando poi guidi una moto "tua" ti sembra sempre di essere riuscito a migliorare le cose che non ti piacevano, e anche se...non è così, si gusta più serenamente la guida! eggià... (Duc27)

Online eclips

  • Utente d'Elite
  • Post: 4271
  • Sesso: Maschio
Re:carrello portamoto - partiamo da zero
« Risposta #11 il: 17 Novembre 2019, 22:38:22 »
Per lo più autostrada e collina.
Mi chiedevo se i 75cv per portare moto e carrello possano bastare.
Considera che è un diesel con coppia a giri bassissimi.
Penso basti, in piu' non puoi superare gli 80 km/h, quindi...  :laugh:
visitors can't see pics , please register or login

Offline Matte

  • Utente d'Elite
  • Post: 3735
  • Sesso: Maschio
Re:carrello portamoto - partiamo da zero
« Risposta #12 il: 17 Novembre 2019, 23:44:04 »
Io ho girato con la 127 col carrello coi sacchi di grano....
Eh, ma la 127 ciaveva una terza clamorosa (come diceva un mio collega di corso ad ing)...... :fuma: :rotolol:
Ciao
Paolo
Perché sono qui? Gilera KZ 125

Offline RENATO

  • Utente d'Elite
  • Post: 1338
  • Sesso: Maschio
  • il concessionario KTM mi chiede ma xchè ...
Re:carrello portamoto - partiamo da zero
« Risposta #13 il: 18 Novembre 2019, 00:12:45 »
In Italia, dove l'UCAS (Ufficio Complicazioni Affari Semplici) è sempre aperto ed efficiente, i rimorchi non "generici" sono sempre dedicati a un uso specifico e solo quello. Le moto risultano comprese in questo caso in quanto esistendo l'omologazione "porta moto" con le sue particolarità (fermi ruote ant. e cinghie), quelli devi usare. Se trasporti moto non targate, quindi da gara o semplice svago al di fuori della circolazione pubblica, puoi rientrare nei carrelli non specifici dichiarando il "trasporto attrezzature sportive"; io ho fatto così con un carrello con pianale, utilizzando comunque gli opzional dei porta moto. E' un po' "tirata", un escamotage, ma funziona. Se ti servirà per il trasporto anche di altre cose è una buona soluzione, altrimenti prendilo fra quelli fatti apposta, che costano pure meno. I carrelli appendice hanno dimensioni tali che non puoi portarci una moto, tantomeno due, che sarebbero fuori portata massima.
Maurizio


P.S.: Filippo, dicci chi ti monta il gancio con quella cifra che vengo di corsa ...
M.


mi associo. Pure io ho un pianale dedicato al trasporto moto. In realtà è un vecchio appendice moto che è stato migrato a rimorchio/pianale. Gli appendice moto erano cosa di altri tempi, adesso non esistono più.
Un carrello non costa poco e il gancio quota più o meno il doppio di quanto scrive Filippo
L'assicurazione si divide in 2: una statica ed una legata alla automobile. Quella dell'auto nel mio caso non costa di più, ma dipende dalle compagnie (La mia è Groupama), invece lo statico è del carrello e serve solo se lo stazioni su strade pubbliche, in marcia non serve... io non lo faccio perché le rare volte che prendo il carrello non lo fermo mai su strade pubbliche (almeno ci provo).
La velocità massima segue la normativa dei rimorchi ed è drammatica e non bisogna superare gli 80 km/ora... vera nota dolente, perché altrimenti il carrello con moto sopra viaggia tranquillamente a molto più senza grossi scompensi; dipende dal modello, ma almeno a 100/120 su strada dritta consente di andare... ricordo di essere andato con carrello anche a 140 su  autostrada in epoca senza tutor
Comunque fai bene a valutare tutto, perché la norma è rognosa, come pure le pattuglie che controllano, che di fronte ad un mezzo così desueto non se lo fanno dire due volte ad elevare un verbale per piccole difformità (targa ripetitiva, revisione, ...).
Io ormai ce l'ho, ma il carrello, dipende molto dalla frequenza nell'utilizzo (certo se sei un meccanico è diverso), ma lo ritengo costoso e a rischio sanzioni... per un uso di una o due volte l'anno, molto meglio un furgone a noleggio no a prestito da qualche amico... la moto sta pure al riparo da intemperie e rischio caduta.
Per non parlare poi delle accortezze nel fermare le moto.. altro capitolo. Bisogna essere ben equipaggiati e le corde cinesi meglio evitarle.
Insomma non ti incoraggio affatto, ma meglio dirle tutte

Offline Apelle

  • Moderator
  • Utente d'Elite
  • Post: 6138
  • Sesso: Maschio
Re:carrello portamoto - partiamo da zero
« Risposta #14 il: 18 Novembre 2019, 09:02:52 »
il carrello, dipende molto dalla frequenza nell'utilizzo (certo se sei un meccanico è diverso), ma lo ritengo costoso e a rischio sanzioni... per un uso di una o due volte l'anno, molto meglio un furgone a noleggio no a prestito da qualche amico... la moto sta pure al riparo da intemperie e rischio caduta.
Per non parlare poi delle accortezze nel fermare le moto.. altro capitolo. Bisogna essere ben equipaggiati e le corde cinesi meglio evitarle.
Insomma non ti incoraggio affatto, ma meglio dirle tutte
Super quotone.
Aggiungo che ritengo il limite di 80 km/h, anche se indubbiamente punitivissimo ed esasperante, sia comunque sacrosanto e di sicurezza.
A 120 all'ora con il carrello (per non parlare dei 140...), perdonami Renato ma non mi verrebbe mai e poi mai in mente neppure di provarci. Anche se la sensazione al volante fosse regolare e tranquilla.
Li vedo, ogni tanto in autostrada, quelli che lo fanno e l'idea di cosa succederebbe in caso di frenata di emergenza mi fa ogni volta rabbrividire, se non mi viene causato già dai preoccupanti sobbalzi del carrello stesso...

Insomma, francamente mi pare una cosa ormai da abbandonare...
"dicono che quelli con gli occhi azzurri hanno la testa piena d'acqua... pensa quelli con gli occhi marroni"