Autore Topic: forature dischi freni  (Letto 196 volte)

Offline Muntagnin

  • Utente Normale
  • Post: 377
  • Sesso: Maschio
forature dischi freni
« il: 27 Novembre 2019, 12:22:07 »
me lo son sempre chiesto...
Le forature e o le fresature sulla superfice dei dischi sono disposte secondo una linea a spirale, non ho trovato una spiegazione migliore.
La domanda è:
Ho trovato il ricambio per la Dakota, ma è per essere montato a destra.
Non ci sarebbe problema, ma i fori dei bulloni hanno un bassofondo... quindi se noi lo montiamo a sinistra ... i bassofondi sarebbero verso il mozzo e quindi inutilizzabili.

Tutto 'sto ambaradam per mantenere il verso delle fresature.

Tornando alla domanda .. se il verso delle fresature viene invertito .. cosa capita o non capita?

mai mulà

Offline RC_true

  • Esperto Consulente Bi4
  • Utente d'Elite
  • Post: 5707
  • Sesso: Maschio
Re:forature dischi freni
« Risposta #1 il: 27 Novembre 2019, 12:33:35 »
me lo son sempre chiesto...
Le forature e o le fresature sulla superfice dei dischi sono disposte secondo una linea a spirale, non ho trovato una spiegazione migliore.
La domanda è:
Ho trovato il ricambio per la Dakota, ma è per essere montato a destra.
Non ci sarebbe problema, ma i fori dei bulloni hanno un bassofondo... quindi se noi lo montiamo a sinistra ... i bassofondi sarebbero verso il mozzo e quindi inutilizzabili.

Tutto 'sto ambaradam per mantenere il verso delle fresature.

Tornando alla domanda .. se il verso delle fresature viene invertito .. cosa capita o non capita?


Niente...proprio niente, Muntagnin...se non che vedresti l'evolvente all'opposto..il che sarebbe un lievissimo lato negativo, esteticamente!

La ragione per la quale si fanno le asolature ( ed anche le forature) in senso "spiraloso" è legato solo al fatto che, se si fanno in maniera solo radiale, tenderebbero a "fischiare" di più....generando degli "apri e chiudi", nell'attacco con la pastiglia, con frequenze "fisse" e quindi con la creazione di "fischi" a quelle frequenze.


Offline Brankino

  • Nuovo Utente
  • Post: 85
Re:forature dischi freni
« Risposta #2 il: 27 Novembre 2019, 13:47:37 »
ahhh ecco mi ero sempre chiesto perche' i freni a disco non fischiano piu' da un po' di anni, pensavo fosse cambiata la pasta (una volta era a base di asbesto, poi proibito per la nota cancerosita' delle polveri)
ero convinto che i fori e altre lavorazioni simili, servissero a fare tollerare meglio al metallo i continui sbalzi di temperatura (evitare quindi crepe perche' l'espansione del metalli aveva dei punti di fuga interni oltre al bordo esterno), forse anche un migliorare il raffreddamento complessivo, evitare l'acquaplaning delle pastiglie (con i dischi non forati di antica memoria era sempre un problema quando pioveva forte) avere degli spazi di sfogo per polvere e piccoli sassi. Che ne pensi RC?

Offline RC_true

  • Esperto Consulente Bi4
  • Utente d'Elite
  • Post: 5707
  • Sesso: Maschio
Re:forature dischi freni
« Risposta #3 il: 27 Novembre 2019, 16:46:33 »
ahhh ecco mi ero sempre chiesto perche' i freni a disco non fischiano piu' da un po' di anni, pensavo fosse cambiata la pasta (una volta era a base di asbesto, poi proibito per la nota cancerosita' delle polveri)
ero convinto che i fori e altre lavorazioni simili, servissero a fare tollerare meglio al metallo i continui sbalzi di temperatura (evitare quindi crepe perche' l'espansione del metalli aveva dei punti di fuga interni oltre al bordo esterno), forse anche un migliorare il raffreddamento complessivo, evitare l'acquaplaning delle pastiglie (con i dischi non forati di antica memoria era sempre un problema quando pioveva forte) avere degli spazi di sfogo per polvere e piccoli sassi. Che ne pensi RC?

Sì...tutto quello che hai detto è vero per quanto riguarda la funzione dei fori/asole...in più c'è anche il fatto che "ravvivano" di continuo le pastiglie che, con la temperatura, tendono a cristallizzare in superficie.


Però, per la loro disposizione, vale esclusivamente quanto ti ho detto io!


Talvolta...in effetti...si vedono dei disegni "ad caxxum"...ma quelli sono fatti da qualcuno a cui interessa solo il lato estetico!!!!

Offline Topogigi

  • Utente d'Elite
  • Post: 2000
  • Sesso: Maschio
Re:forature dischi freni
« Risposta #4 il: 27 Novembre 2019, 18:51:39 »
Secondo il mio modesto parere anche il disco della foto sopra è forato proprio come dice Rc: alla caxxus.
Lo dico perché mi è capitato di cambiare le pastiglie in un disco forato come questo.
Le pastiglie si consumano velocemente e perdono la planarita' a causa di un usura accentuata proprio in corrispondenza delle asole che essendo posizionate in linea sulla pista del disco "scavano" nel materiale.
A mio avviso le asole "giuste" dovrebbero essere sfalsate in modo che la pastiglia si ravvivi uniformemente su tutta la sua superficie.

Usa la TESTA, Luke...

Offline Muntagnin

  • Utente Normale
  • Post: 377
  • Sesso: Maschio
Re:forature dischi freni
« Risposta #5 il: 27 Novembre 2019, 19:25:53 »
Secondo il mio modesto parere anche il disco della foto sopra è forato proprio come dice Rc: alla caxxus.
..............................

Non dirlo a "quelli" del reparto corse Gilera ....
mai mulà

Offline Topogigi

  • Utente d'Elite
  • Post: 2000
  • Sesso: Maschio
Re:forature dischi freni
« Risposta #6 il: 27 Novembre 2019, 20:24:35 »
Io non so' con precisione come lavorano le pastiglie della moto in questione, potrebbero lavorare utilizzando solo una parte del disco.
Usa la TESTA, Luke...

Offline RC_true

  • Esperto Consulente Bi4
  • Utente d'Elite
  • Post: 5707
  • Sesso: Maschio
Re:forature dischi freni
« Risposta #7 il: 27 Novembre 2019, 20:39:06 »
Secondo il mio modesto parere anche il disco della foto sopra è forato proprio come dice Rc: alla caxxus.
Lo dico perché mi è capitato di cambiare le pastiglie in un disco forato come questo.
Le pastiglie si consumano velocemente e perdono la planarita' a causa di un usura accentuata proprio in corrispondenza delle asole che essendo posizionate in linea sulla pista del disco "scavano" nel materiale.
A mio avviso le asole "giuste" dovrebbero essere sfalsate in modo che la pastiglia si ravvivi uniformemente su tutta la sua superficie.

Per verificare se la foratura è "compatibile" con la pastiglia bisognerebbe che sul profilo del disco si sovrapponesse la posizione della pastiglia una volta che la pinza sia in posizione....e, come giustamente dici tu, la altezza della asolatura deve essere un qualche decimo superiore a quello della pastiglia che ci lavora...cosa che sul Gilera ti assicuro che era confermata: questo non per difendere i poveri progettisti di Velate...ma per amore di precisione tecnico-storica!


Una cosa che noterete sul disegno di quel disco Nissin (quello della Gilera) è che una asola si sovrappone a quella successiva...in sostanza non c'è mai una  radiale del disco che attraversa la pastiglia in maniera "non interrotta"...non so se mi sono spiegato...ed anche questo è un qualcosa che ha a che fare con quello che vi ho detto sul famoso fischio!

Poi...attenzione....il fischio non è una cosa che su una moto da competizione si debba evitare ( è ovvio che su una moto in vendita la cosa la si deve evitare come la peste bubbonica...almeno nelle nostre stanze!) per una questione di "immagine di qualità"...è che quando si ingenerano quei fenomeni ( che possono essere anche ad altissime frequenze, a causa di risonanze con tutto quello che sta intorno al disco!) anche le performance del' impianto ne vengono interessate...e questo sì che uno che cerca il massimo da un impianto frenante deve tenere in conto!

Offline Muntagnin

  • Utente Normale
  • Post: 377
  • Sesso: Maschio
Re:forature dischi freni
« Risposta #8 il: 27 Novembre 2019, 21:06:49 »
A questo punto vien da chiedersi quale sia il materiale migliore per realizzare i dischi dei freni?
mai mulà

Offline DakoBox

  • Utente d'Elite
  • Post: 2139
  • Sesso: Maschio
  • Siamo ugualmente nudi sotto gli abiti più diversi
Re:forature dischi freni
« Risposta #9 il: 27 Novembre 2019, 21:32:06 »
Senza andare negli esotismi, per l'attrito la Ghisa, per la resistenza l'acciaio.

però la ghisa pesa e si rompe facile, quindi acciaio anche se meno prestante
visitors can't see pics , please register or login
visitors can't see pics , please register or login


«Mi commuovono le minute sapienze che in ogni trapasso d'uomo si perdono.»  Jorge Luis Borges

Offline pegaso_grigio

  • Utente d'Elite
  • Post: 3443
  • Sesso: Maschio
  • Skype: DAKOTA 500
Re:forature dischi freni
« Risposta #10 il: 27 Novembre 2019, 22:29:01 »
Senza andare negli esotismi, per l'attrito la Ghisa, per la resistenza l'acciaio.

però la ghisa pesa e si rompe facile, quindi acciaio anche se meno prestante
A questo punto vien da chiedersi quale sia il materiale migliore per realizzare i dischi dei freni?

Sempre che tu non chieda a "sua ingenerità" un disco di Valentino carbo-ceramico... [CFASD] [CFASD] [CFASD] [CFASD]
A volte la "macchina" del tempo.... è soltanto una moto

Offline RC_true

  • Esperto Consulente Bi4
  • Utente d'Elite
  • Post: 5707
  • Sesso: Maschio
Re:forature dischi freni
« Risposta #11 il: 28 Novembre 2019, 00:02:33 »
 Ecco...questo si dice essere sintetici e precisi:

Senza andare negli esotismi, per l'attrito la Ghisa, per la resistenza l'acciaio.
però la ghisa pesa e si rompe facile, quindi acciaio anche se meno prestante


Poco da aggiungere...parlando di materiali alla portata di qualsiasi umano!


Parlando di acciaio...si deve aggiungere che si intende Acciaio Inox...per ovvie ragioni di resistenze alla ossidazione; ma non crediate di andare dal primo distributore di acciai e prendere una lamiera da 5mm e farci un disco....l'inox "buono" ce l'hanno solo nel Sol Levante...quello che ha un coefficiente di attrito con quello "zic" in più e quello che...soprattutto...quando si becca delle scaldate al calor rosso non cerca di divincolarsi dai supporti diventando una sorta di ventilatore!


Uscendo da questi materiali, ci sarebbe da fare una citazioni a quelli che sono i miei preferiti: i dischi in alluminio con flash di cromo riportato...una sorta di "cilindro spianato...che ebbero una breve stagione di relativa fortuna agli inizi degli '80 sia in GP che nel Cross!

Ne ho trovato una coppia che ho accuratamente istallato sulla Lucy, che ne fu dotata saltuariamente...e ne ho un altra coppia che è impaziente di fermare il 300...e avranno il loro momento..presto o tardi!

Perchè mi piacciono così tanto, visto che non sono i più performanti ed avevano ( e credo abbiano tuttora!!!) il brutto vizio di sfaldarsi perdendo il riporto a scaglie, quando le temperature superavano un certo limite?

Semplice..perchè sono i più leggeri in assoluto!


Più leggere anche dei superesoterici dischi in Carbon-Carbon o ...peggio..i Carbon-Ceramic! Ehhh sì...nonostante il carbonio abbia il peso specifico decisamente più basso se si considerano materiali strutturali...lo spessore che si deve usare per non farli sfaldare fà sì che il peso totle dei dischi in alluminio sia più basso!


Ovviamente...considerando la caratteristica più importante per la accoppiata disco/pastiglia, cioè il coefficiente di attrito....i Carbon-Carbon sono il non plus ultra, con valori che sono nettamente superiori a tutti gli altri materiali ( se si esclude la carta vetrata!!!) con la non trascurabile capacità di aumentare questo coefficiente man mano che la temperatura aumenta....una pacchia!!!

Questo...all'inizio della loro evoluzione...costituiva anche il loro più grosso tallone di Achille: prima di entrare in temperatura quei freni non è che frenassero poco...NON FRENAVANO PROPRIO!

Infatti era tipico degli utilizzatori di quei primi freni di tenere il ditino puntato anche in rettilineo...in modo che all'inizio staccata rispondessero in tempo per evitare che ogni curva preceduta da un lungo rettilinio si traformasse nel prolungamento del rettilineo stesso!!!

Oggi i Carbon-Ceramic hanno superato quel "difettuccio" non di poco conto al punto tale che quasi non si vedono più i paradischi "sigillati" di allora, che servivano per tenerli caldi il più possibile!

Offline Gatto Silvestro53

  • Utente Autorevole
  • Post: 964
  • Sesso: Maschio
Re:forature dischi freni
« Risposta #12 il: 28 Novembre 2019, 00:18:31 »
Io ho ancora un disco da 320 prototipo in alluminio-ceramica che mi ha offerto Taroni (Tar-ox) una quindicina di anni fa per la mia Yamaha YZ 444 motard. Lui li usava sulla sua auto sportiva con soddisfazione (a suo dire), ma sulla mia moto non hanno mai frenato bene; non ho fatto prove con pasticche diverse e l'ho tolto. Fra tutte le prove che ho fatto il miglior risultato l'ho avuto con ghisa e pasticche Beringer sulla loro pinza a due pistoncini e pompa Discacciati radiale.
Per caso, Romolo, sai se l'accoppiata alluminio-ceramica (stesso principio degli Zanzani) è stata portata avanti o è rimasta solo un esperimento di Tar-ox?
Maurizio
Un 50ino non diventa perfetto quando non hai altro da aggiungere, ma solo quando non hai più niente da togliere ...
(Libero adattamento da Antoine de Saint-Exupéry)

Offline Muntagnin

  • Utente Normale
  • Post: 377
  • Sesso: Maschio
Re:forature dischi freni
« Risposta #13 il: 28 Novembre 2019, 00:57:25 »
io sono per la ghisa ... solo che bisogna farli di un certo spessore altrimenti si rompono ... a questo punto qual'è lo spessore giusto per un disco in ghisa?
mai mulà

Offline Topogigi

  • Utente d'Elite
  • Post: 2000
  • Sesso: Maschio
Re:forature dischi freni
« Risposta #14 il: 28 Novembre 2019, 14:31:53 »
OT (ma non troppo)
Se per il mio motard utilizzassi le piste da 270 in ghisa originali Nordwest?
È possibile farsi realizzare in alluminio solamente i supporti delle suddette piste?
L'intento è utilizzare la ghisa (che personalmente preferisco) e forse risparmiare anche qualche soldino. 
Usa la TESTA, Luke...