Gilera-Bi4

Categoria Generale => Discussioni Generali => Topic aperto da: Muntagnin - 14 Gennaio 2020, 12:20:56

Titolo: Ma quanto micosti?
Inserito da: Muntagnin - 14 Gennaio 2020, 12:20:56
Ho una curiosità ... FINE A SE STESSA!!!
Quanto spende , tutto compreso, un motociclista per la partecipazione ad una "Dakar" ?
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: Andrea Righini - 14 Gennaio 2020, 12:29:05
http://www.motociclismo.it/dakar-2020-quanto-costa-partecipare-iscrizione-moto-costi-75553 (http://www.motociclismo.it/dakar-2020-quanto-costa-partecipare-iscrizione-moto-costi-75553)

Per farti un'idea
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: Apelle - 14 Gennaio 2020, 13:40:50
Mecojoni.

Uno sfizio da due soldi, proprio.

Come cavolo fa, un privato qualsiasi?
perché anche gli sponsor, ok, ma se non hai un minimo di nome, per quale motivo dovrebbero finanziarti?

Boh, vista così, l'unica domanda che mi sorge spontanea è: "ma per quale motivo una persona normale, anche benestante ma non realmente ricco, di quelli per i quuali 30-50-80 mila euro si possono cacciare nel cesso senza patemi, dovrebbe voler spendere tutti quei soldi?"
Sinceramente, la sola "emozione" della partecipazione non mi pare motivo sufficiente.

Cosa mi sta sfuggendo?
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: Andrea Righini - 14 Gennaio 2020, 15:07:47

Sinceramente, la sola "emozione" della partecipazione non mi pare motivo sufficiente.

Cosa mi sta sfuggendo?

Che non ami i rally , a me manca il tempo , soprattutto per gli allenamenti e non posso mettere in difficoltà la famiglia a spendere quelle cifre .
Ma se potessi vivrei pensando sempre al prossimo rally , sei in gara sempre con te stesso . Il massimo per me .

Comunque una gara ben organizzata deve costare queste cifre se no sei allo sbaraglio in mano a dei dilettanti
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: Brankino - 14 Gennaio 2020, 15:28:04
le societa' sportive, soprattutto dilettantistiche,  non hanno contabilita'.... il resto viene da se...
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: bigbore - 14 Gennaio 2020, 16:47:18
Ho una curiosità ... FINE A SE STESSA!!!
Quanto spende , tutto compreso, un motociclista per la partecipazione ad una "Dakar" ?

E così abbiamo capito le vere e soggiacenti ragioni del progetto "dakota alla bergamasca"  :rotolol: :rotolol: :rotolol: dovevi chiamarlo progetto DAKotAR  :rotolol: :rotolol: :rotolol:

Battute a parte, la dakar da intendersi come il top dei rally mi affascina sempre di meno mentre l'idea di farmi (prima o poi) un rally in moto mi intriga sempre. Certo ad averne di soldi, ma tanti al punto che 50.000 neuri per farsi una dakar non pesano, forse ci potrei pensare giusto per avere la possibilità di dire che (almeno) una l'ho fatta.
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: p69 - 14 Gennaio 2020, 16:50:22
eh beh! sono tanti soldini.... chiaro che poi uno che fa la Dakar non ha solo i soldi per fare quella e basta, ma avere un budget del genere da spendere in moto ne puoi fare più di uno fatto bene durante l'anno.... poi oltre che al denaro devi anche avere il tempo.
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: pippi - 14 Gennaio 2020, 17:46:44
Oltre , anzi insieme al costo,  credo che il problema principale siano le capacita' tecniche e psicofisiche per affrontare il "DEMONE". Per me anche chi si ritira alla seconda tappa e' uno fuori dal comune. Comunque tra  noi abbiamo una voce autorevole che ce lo potrebbe raccontare...se avesse voglia. Ciao
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: Apelle - 14 Gennaio 2020, 18:56:39

Sinceramente, la sola "emozione" della partecipazione non mi pare motivo sufficiente.

Cosa mi sta sfuggendo?

Che non ami i rally
Ah, e che ne sai?
Ti informo che da giovane ho corso (anche se per poco) nel cross e dai 16 ai 20 anni quasi ogni domenica era un'uscita per sentieri, prima con il Fantic 50, poi con l'SWM 175 e in seguito, fino ai 30, anche qualche cosa con il Tenerone, appena preso.
Se c'è una cosa che ho SEMPRE desiderato, era di fare un Rally nel deserto, e se non l'ho fatto è perché i costi sono assolutamente proibitivi per qualunque persona di reddito normale che non abbia la possibilità di coprirli con proventi esterni al bilancio familiare.
E lo sono sempre stati, proibitivi, avevo cominciato a valutarli fin dall'epoca del passaggio delle RC a Genova per la partenza del Faraoni del '91.
E' un sogno che ho accarezzato per anni, pur riconoscendolo come impossibile.

a me manca il tempo , soprattutto per gli allenamenti e non posso mettere in difficoltà la famiglia a spendere quelle cifre .
Ma se potessi vivrei pensando sempre al prossimo rally , sei in gara sempre con te stesso . Il massimo per me .
Appunto, ***se potessi***.
Qual'è la parte poco chiara del mio domandarmi "come cavolo ce lo si può permettere"?
Cioè, è lo stipendio di un anno di uno che guadagna già benino.
Se uno è da solo, non ha problemi di alcun tipo e non sa come spenderli, i soldi, può anche fare la pazzia, certo, ma se ha una famiglia, anche solo coppia senza figli, quei soldi non li può spendere.

La solfa emotiva, l'attitudine, il DEMONE, le capacità, il tempo... non c'entrano nulla con il mio discorso, è chiaro che un appassionato sbava per queste cose.
Ma la domanda resta: di fronte a una spesa pari se non superiore al bilancio familiare medio di un anno, "come cavolo ce lo si può permettere"?

Soprattutto considerando che:

Comunque una gara ben organizzata deve costare queste cifre se no sei allo sbaraglio in mano a dei dilettanti
Esatto, non ci si può aspettare di meno né sembra furbissimo partire senza assistenza e van al seguito, a meno di non volerlo fare per chiudere l'esistenza in bellezza, spirando "eroicamente" fra qualche duna...
 
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: pegaso_grigio - 14 Gennaio 2020, 19:02:11
Oltre , anzi insieme al costo,  credo che il problema principale siano le capacita' tecniche e psicofisiche per affrontare il "DEMONE". Per me anche chi si ritira alla seconda tappa e' uno fuori dal comune. Comunque tra  noi abbiamo una voce autorevole che ce lo potrebbe raccontare...se avesse voglia. Ciao

Qui dentro di voci autorevoli ne abbiamo sia tecniche che di piloti e abbiamo persino più di qualche volpe del deserto amatoriale... :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita :ita
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: pippi - 14 Gennaio 2020, 20:14:34
 Lo so, lo so , forse sono stato frainteso, scusate.
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: DakoBox - 14 Gennaio 2020, 21:37:16
rimane il fatto che la Dakar di T.Sabine era nata per affrontare il deserto armati della sola passione, tant'è che parteciparono tutti,proprio tutte le tipologie di motociclisti: dalle Harley alla Vespa.
e non credo che questi personaggi investissero tali cifre.

Ormai il mondo si muove solo con i soldi e non con la tangibile passione.
ma qui poi andiamo nei soliti discorsi, perciò basta
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: Muntagnin - 15 Gennaio 2020, 14:37:18

E così abbiamo capito le vere e soggiacenti ragioni del progetto "dakota alla bergamasca"  :rotolol: :rotolol: :rotolol: dovevi chiamarlo progetto DAKotAR  :rotolol: :rotolol: :rotolol:



Ebbene sì .. mi avete sgamato ..
Abbiamo dei problemi a recuperare gli ultimi 79.800 Neuri.
Per il motore penso che per rimanere nei 450 cc .. monteremo il pistone del 350 .. al massimo perdiamo un pò di compressione e forse gli anelli raschiaolio lavorerebbero poco....
pensavamo anche di riempiere il carter di sassi per limitarne la corsa...
Comunque per ora ci iscriveremo al Rally dei Casonsei sponsorizzati dalla famosa enoteca Berghem Alccol System
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: p69 - 15 Gennaio 2020, 15:50:04
Citazione
Qual'è la parte poco chiara del mio domandarmi "come cavolo ce lo si può permettere"? Cioè, è lo stipendio di un anno di uno che guadagna già benino.

scusami ma che c'è di strano? se fosse un problema di soldi Porche, Ferrari e compagnia bella avrebbero chiuso da molti anni (e li con quel budget fai pochino) invece...... :nopanic: Tutto si riduce al metro di misura, per il mio metro quei soldi non potrei spenderli nemmeno in una vita per svago  :fuma:, ma c'è gente che se li brucia in un men che non si dica, anche in una sola serata.....  :beer1: :beer1:
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: alex67 - 15 Gennaio 2020, 16:31:36
Mecojoni.

Uno sfizio da due soldi, proprio.

Come cavolo fa, un privato qualsiasi?
perché anche gli sponsor, ok, ma se non hai un minimo di nome, per quale motivo dovrebbero finanziarti?

Boh, vista così, l'unica domanda che mi sorge spontanea è: "ma per quale motivo una persona normale, anche benestante ma non realmente ricco, di quelli per i quuali 30-50-80 mila euro si possono cacciare nel cesso senza patemi, dovrebbe voler spendere tutti quei soldi?"
Sinceramente, la sola "emozione" della partecipazione non mi pare motivo sufficiente.

Cosa mi sta sfuggendo?

 :nopanic:e son palanche !E tante anche ...I tempi dei gloriosi ardimentosi non ci sono più...c'era gente che partecipava in vespa per dirne una ...E poi Cyril Neveu vinse con un XT di serie ...L'ultimo eroico che ricordi io era Beppe Gualini .
I costi sono impossibili veramente oggi
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: p69 - 15 Gennaio 2020, 17:30:27
per curiosità sono andato a vedermi quanto costerebbe l'Africa Eco Race,.....

http://www.africarace.com/index.php/en/competitor/fees/race-fees.html (http://www.africarace.com/index.php/en/competitor/fees/race-fees.html)
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: Iron89 - 15 Gennaio 2020, 19:32:51
Non costa poco neanche quella!
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: Apelle - 16 Gennaio 2020, 09:40:57
Citazione
Qual'è la parte poco chiara del mio domandarmi "come cavolo ce lo si può permettere"? Cioè, è lo stipendio di un anno di uno che guadagna già benino.

scusami ma che c'è di strano? se fosse un problema di soldi Porche, Ferrari e compagnia bella avrebbero chiuso da molti anni (e li con quel budget fai pochino) invece...... :nopanic: Tutto si riduce al metro di misura, per il mio metro quei soldi non potrei spenderli nemmeno in una vita per svago  :fuma:, ma c'è gente che se li brucia in un men che non si dica, anche in una sola serata.....  :beer1: :beer1:
Che c'è di strano?
Perdonami, ma li leggete i post?
Non è un problema di soldi, con un budget da 70mila  neuri? ma parli sul serio?
Certo che è un problema di soldi, ma è altrettanto certo che lo è per chi i soldi non li ha da buttare.
Non c'è nemmeno bisogno di puntualizzare che c'è anche chi se lo può permettere, ma non è davvero una situazione così comune.

Mi sembra di aver chiarito senza possibilità di fraintendimento che parlo delle possibilità di una persona dal reddito "normale" e che, oltre ai propri desideri, abbia da tenere in conto anche un bilancio familiare.
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: p69 - 16 Gennaio 2020, 09:52:52
Citazione
Non è un problema di soldi, con un budget da 70mila  neuri? ma parli sul serio?
Certo che è un problema di soldi, ma è altrettanto certo che lo è per chi i soldi non li ha da buttare.
Non c'è nemmeno bisogno di puntualizzare che c'è anche chi se lo può permettere, ma non è davvero una situazione così comune.

Mi sembra di aver chiarito senza possibilità di fraintendimento che parlo delle possibilità di una persona dal reddito "normale" e che, oltre ai propri desideri, abbia da tenere in conto anche un bilancio familiare.

scusa non volevo ne contraddirti ne fare polemica, non avevo capito la domanda, sulla possibilità di farla con un reddito "normale" ed avendo una famiglia mi pareva scontato che non si può (a meno di non trovare non so come un bel po di sponsor)  :ok:.

ciao
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: Muntagnin - 17 Gennaio 2020, 13:11:17
non è che il campionato mondiale Regolarità ... ops enduro ... costi molto di meno
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: federosso - 18 Gennaio 2020, 04:52:01
Apelle,

comprendo perfettamente cosa voi dire.
Purtroppo il motorsport a qualsiasi livello lo si affronti resta un'attività molto costosa.

Già a partire dai livelli cadetti è molto improbabile che una persona(famiglia) di reddito base/monoreddito lo possa affrontare in scioltezza.
E questo parlando anche solo di amatorialità.

Ancora se si decide di farlo in modo saltuario e limitando la pratica a spostamenti in zone limitrofe a quelle di residenza e con veicoli non "aggiornati" si riesce a praticarlo.
Ma comunque con sacrifici o rinunce su altri fronti.

Come si parla di qualcosa di organizzato da terzi, che possa dare tutte le garanzie del caso a livello di logistica e assistenza (anche medica), tutto schizza alle stelle.

La nostra è una maledetta passione.
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: Muntagnin - 18 Gennaio 2020, 12:11:13
Correvano gli anni 1961..64 .. due cugini studenti squattrinati partecipavano al Campionato Velocità Montagna (allora mi sembra che si chiamasse così) con due Morini 175 .. sponsor unico un nonno che prestava la propria Fiat 600 Multipla per il trasporto delle DUE (!) moto.
Arrivati sul posto si rimontavano le moto e la Multipla diventava un camper ante litteram... se invece il tempo era buono si dormiva sotto le stelle dentro un sacco a pelo.
Il mangiare era gentilmente offerto dalla zia e /o mamma di uno dei nostri eroi, che aveva una panetteria.
Panini a gogò per colazione..pranzo..cena.
Allora si andava a sbavare guardando le Morini ufficiali .... (anche allora un certo Agostini se la tirava) ...
Ricordo come fosse ora che le Morini 175 Settebello aste corte, ufficiali avevano scritto sul parafango anteriore il nome di uno degli astronauti, i famosi delle capsule Mercury.
Un giorno uno dei meccanici regalò una catena e qualche candela ai nostri due ... regalo che non fù mai utilizzato se non per tirarsela raccontando a tutto il mondo che avevano dei pezzi UFFICIALI...
Si lo sò .. erano dei sempliciotti... ma anche senza soldi si riusciva a "correre" ora vogliono meccanici al seguito .. Camper .. bisarca .. hotel .. ristorante... e probabilmente manco si divertono.
Federosso .. dice ben lo sport motoristico costa .. ma siamo noi ad averlo fatto diventare costoso .. ALLORA .. con la moto si andava a scuola o a lavorare tutta la settimana .. poi il venerdi sera si toglieva il superfluo.. preparava il "camper" e si partiva viaggiando durante la notte per arrivare in tempo per le prove.
Io credo che noi nati nell'immediato dopoguerra abbiamo avuto la fortuna di vivere il motorismo romantico.
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: Tizio.8020 - 18 Gennaio 2020, 14:16:41
Il Motorally era nato per poter essere praticato così, cioè partire da casa con la moto, arrivare al luogo della gara, partecipare, e finito il tutto ritornare a casa con la stessa moto.
Ed in effetti volendo lo si faceva, fino a che le distanze erano umane.
Ma anche lì, subito sono apparsi i ricconi...
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: pegaso_grigio - 18 Gennaio 2020, 15:43:06
Romantico era romantico, persino decoubertiano, e ricco di soddisfazioni, ma in ogni competizione conta soprattutto arrivare prima degli altri al traguardo.
Sono certo che poi ognuno abbia i suoi traguardi e che una volta raggiunti si sposta l'asticella un pò "più in alto" , la prima volta già essere li è una vittoria,  dopo bisogna arrivare fino alla fine perchè sia una vittoria, poi bisogna arrivare alla fine almeno penultimo affinchè sia una vittoria e cosi via.
Ma poi per arrivare a certi "più in alto" non c'è nulla da fare se non avere un sacco di soldi da spendere e ciao ciao romanticismo.
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: Matte - 18 Gennaio 2020, 17:04:59
Che poi, a ben vedere, è una cosa che succede un pò in tutti gli sport, ossia i costi che diventano via via più impegnativi col salire della "posta in palio", se non addirittura già elevati per esperienze basiche. D'altronde, come avete scritto, dove il dio denaro ha preso il sopravvento è diventato tutto meno aĺla portata, forse anche più professionale ma con un bacino di potenziali partecipanti che si restringe.
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: Apelle - 18 Gennaio 2020, 19:34:05
siamo noi ad averlo fatto diventare costoso .. ALLORA .. con la moto si andava a scuola o a lavorare tutta la settimana .. poi il venerdi sera si toglieva il superfluo.. preparava il "camper" e si partiva viaggiando durante la notte per arrivare in tempo per le prove.
Io credo che noi nati nell'immediato dopoguerra abbiamo avuto la fortuna di vivere il motorismo romantico.
Beh, ancora negli anni 70 e 80 era abbastanza così.
Io quel pochissimo che ho corso, peraltro in circuiti locali non ufficiali, facevo lo stesso.
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: federosso - 18 Gennaio 2020, 20:46:28
Giusto per chiarezza, il mio post era per riportare uno stato di fatto e non una analisi di cause e concause.

Allo stato attuale la situazione è quella che ho descritto.

Comunque anche in passato o eri ricco o dovevi fare rinunce su altri fronti (ad averlo un nonno con la multipla ed una mamma fornaia) , quanti figli di operai orfani di guerra hanno potuto pensare di praticare il Motorsport nell'era romantica?
Ben pochi, e sicuramente quei pochi quasi tutti senza famiglie a carico.

Più o meno come oggi.
I "casi unici" non fanno statistica.
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: bigbore - 18 Gennaio 2020, 22:10:45
Che poi, a ben vedere, è una cosa che succede un pò in tutti gli sport, ossia i costi che diventano via via più impegnativi col salire della "posta in palio", se non addirittura già elevati per esperienze basiche. D'altronde, come avete scritto, dove il dio denaro ha preso il sopravvento è diventato tutto meno aĺla portata, forse anche più professionale ma con un bacino di potenziali partecipanti che si restringe.

quoto e rincaro! Non solo gli sport ma anche buona parte degli hobby diventa un costo non trascurabile se ci si lascia prendere la mano.Certo c'è hobby e hobby, del tipo "la settimana enigmistica" contro riparare e collezionare orologi antichi, coltivare ortaggi nell'orto di qualche metro quadro contro collezionare aerei.
Poi ci sono i gileristi....
Titolo: Re:Ma quanto micosti?
Inserito da: alex67 - 22 Gennaio 2020, 08:20:58
Apelle : t'è un valido !
I costi , le spese accessorie ed eventuali imprevisti che possono sempre capitare sono pesanti ed incidono -credo al 95% nella possibilità di gareggiare in manifestazioni ed eventi come quelli di cui qui si è parlato. Anche un giro a Boasi (zona in cui a Genova si andava a piegare di brutto dando carezze e baci all'asflato) nel week end può essere costoso .......
Personalmente ricordo una sola personale (omaggio al mitico Camilleri) esperienza in pista (pista e non già gara come una tappa della Dakar).
Ci vollero due mesate di stipendio e sacrifici a go-go per partecipare ed alla fine il piazzamento non era poi tutto sto miracolo.
E' vero che avevo un mezzo ben inferiore agli altri altri perchè ero praticamente di serie senza il kit (completo) che si poteva acquistare  regolarmente ed a disposizione del resto della truppa però mi fece anche capire che non era il caso di proseguire. :idea: :ciao:
Diciamo che fu una esperienza formativa . :hihi: