Autore Topic: messa in moto del RC600 Cobra  (Letto 5005 volte)

Offline federetto

  • Nuovo Utente
  • Post: 71
  • Sesso: Maschio
messa in moto del RC600 Cobra
« il: 11 Ottobre 2013, 14:30:41 »
Ciao community. Dopo aver fatto decantare il gilerone come il vino buono per un annetto adesso ci riprovo. Riassumendo ho smontato e rimontato il RC600 anno 93 e l'ho messo a punto a livello di motore di distribuzione etc etc. Fatica a mettersi in moto. Anzi, non l'ho più messo in moto! Ora, siccome il mio amico Vanzul ha tempo di guardarci e fa il meccanico gliel'ho "depositato" in officina cosicché mi possa dare una mano a resuscitarlo. Io non ho tempo! Boia.
Bene, la candela si bagna segno che la miscela aria benza arriva, la scintilla scocca segno che la tensione c'è (verificato sul cavo senza pipetta ma immagino che scocchi anche sulla candela... verificherò). Allora mi veniva in mente una cosa. Non è che magari l'alternatore non è in fase con lo scoccare della scintilla? Lo statore è meccanicamente obbligato, il rotore? E se fosse lui l'artefice del maleficio? la sua fase? Poi, magari la bobina è fradicia per cui magari provo a cambiarla per prova. Essa appartiene al sistema XT600 Yamaha? perché se non vado errato parte del gilerone, dal carburatore alla accensione è "mutuato" dall'XT600 o sbaglio? ovvio non che i progettisti se lo sono andati a comprare dai concessionari Yamaha ma avranno preso lo stesso sistema dalle case come Teikei etc. Ultima domanda, e se decidessi di far saltare via il TK30 Teikei per metterci un carbi differente?
Lo so scusate un sacco di domande ma vorrei rimetetrlo in strada e sono ormai 4 o 5 anni che smadonno (o spatacco come si dice qui).
Grazie 1000 

Offline bigbore

  • Utente d'Elite
  • Post: 5822
  • Sesso: Maschio
  • Skype: GSA: what else
Re: messa in moto del RC600 Cobra
« Risposta #1 il: 11 Ottobre 2013, 15:21:28 »
sul motore bi4 è improbabilissimo che sia fuori fasatura l'accensione mentre è più probabile, cioè che può capitare sostituendo la cinghia distribuzione, che sia non sia correttamente in fase la distribuzione. Sul fatto che se la scintilla c'è fuori dalla testata allora debba anche esserci anche quando la candela è in sede, non ci giurerei.
Poichè all'interno del cilindro nella fase di compressione aumenta la pressione e la densità della massa, aumenta anche la rigidità dielettrica del mezzo interposto tra l'elettrodo centrale e quello di massa della candela pertanto la tensione elettrica richiesta per lo scoccare della scintilla aumenta.
Se l'impianto di accensione è in grado di far soccare la scintilla tra gli elettrodi quando la candela è a pressione atmosferica cioe fuori sede, NON significa che sia in grado di farlo nell'ambiente in pressione della camera di combustione con pressioni di 7-10bar.
Conseguentemente per "simulare" l'ambiente in pressione della camera di combustione e quindi verificare se l'impianto di accensione ce la fa, basta aumentare la rigidità dielettrica dello spazio tra gli elettrodi ovvero detto in modo più semplice, una volta che la candela è montata sulla pipetta non appoggiarla alla massa bensì tienila a 7-10mm di distanza dalla massa metallica del motore. Se la scintilla riesce a scoccare anche con distanze così ampie allora l'impianto è sano, cambia la candela e non guardare più l'accensione, il problema non è li. Se invece non riesce a scoccare nemmeno con 3-4mm di distanza allora c'è da verificare l'impianto.

"Ecci alcuni che altro che transito di cibo e aumentatori di sterco chiamar si debbono, perché per loro alcuna virtù in opere si mette; perché di loro altro che pieni e destri non resta”.

Offline brownc

  • Nuovo Utente
  • Post: 194
Re: messa in moto del RC600 Cobra
« Risposta #2 il: 14 Ottobre 2013, 19:44:53 »
l'accensione non può andare fuori fase il pik up è fisso, al massimo c'e da verificare il traferro tra il volano ed il pik up, ma se la corrente arriva, fai una prova con una candela vecchia e togli elettrodo esterno se arriva è ok-
l'accensione è nippondenso con curva di anticipo  specifica per Gilera,idem il carburatore è tk uguale  alla yamaha solo il corpo esterno ,ma  con freni aria e tarature specifiche per gilera.
concordo con big bore che è più facile che sia fuori fase,se non si sta attenti quando si sostituisce la cinghia. 

Offline federetto

  • Nuovo Utente
  • Post: 71
  • Sesso: Maschio
Re: messa in moto del RC600 Cobra
« Risposta #3 il: 01 Novembre 2013, 14:30:37 »
Mi capitò in passato che il volano cioè l'alternatore fosse a prima vista perfetto in realtà era bagattato. Il tema era relativo ad un Cagiva t4r 350. Sostituito volano con un altro che il compianto paso di Rimini mi aveva dato ho risolto il problema di avviamento Cagiva 350 t4r. Ora dopo sta storiella domando, secondo voi vale la pena provare un alternatore differente x capire se possa essere quello? E se secondo voi può valere la pena dove ne posso trovare uno x togliermi il sassolino dalla scarpa? Vanzul il mio amico meccanico ha misurato con il tester la rispondenza dei valori ohmici dei dispositivi trovando l'alternatore fuori tolleranza. Ma allora direte.... Carissimo cambiali e smettila... Ma la scintilla la fa.... Vabbe, qualcuno ha un alternatore da provare? Un ultima cosa, la messa in fase della distribuzione la si fa con le tacche, c"è qualche altra alchimia da rispettare? Grazie community

Offline federik0

  • Utente Normale
  • Post: 262
  • Sesso: Maschio
Re: messa in moto del RC600 Cobra
« Risposta #4 il: 01 Novembre 2013, 17:43:42 »
Potrebbe essere che c'hai il pickup con uno dei due "canali" un pò fiacco, ovvero quello a 7° che serve per l'accensione. A Luca era successo, un motore che con avviamento elettrico non ne voleva sapere di partire mentre con pedivella si, un colpo secco e partiva. Si smagnetizza e se non c'è sufficiente accelerazione del volano non ce la fa, quindi un motorino un pò mencio non gliela fa.
E' un guasto non diagnosticabile, se non con un oscilloscopio digitale. L'alternatore secondo me fa il suo dovere e se hai messo in fase con le tacche delle pulegge e del volano non dovrebbe essere il problema.
Se hai un Cobra con pedivella, ti consiglio di fare qualche tentativo, a lui così partiva.

giubot

  • Visitatore
Re: messa in moto del RC600 Cobra
« Risposta #5 il: 03 Novembre 2013, 19:32:33 »
Salve
A questo punto proverei a verificare il getto dello starter del carburatore Teikei.
Questo getto non è smontabile ed è piantato nella vaschetta del carburatore,dove si sporca facilmente.
Per smontarla togli le 4 vite e sconnetti i tubicino in gomma che collega i 2 corpi del carburatore
Il foro nella vaschetta  che collega il getto è facilmente individuabile e corrisponde al tubicini in ottone che rimane sul corpo.
Soffia bene con aria compressa nel foro e se hai dubbi che il getto (che è nel fondo della vaschetta),non sia pulito prova anche con un filo di rame di diametro adeguato.
Fai attenzione alla guarnizione della vaschetta ed all'OR speciale che si trova nel corpo in crrispondenza del tubicino in ottone.
Se hai dubbi cambiali,li trovi ordinandoli da un Conc.Yamaha.
La mia RC 600 è dell'89.ha 40.000 Km sempre usata da me ed è il modello senza avviamento elettrico.
Ho avuto problemi di avviamento,poi ho scoperto che era il getto starter parzialmente otturato,nonostante il filtro esterno devo pulirlo ogni circa 3 anni.
Un saluto a tutti
Giuseppe B.

 

Offline federetto

  • Nuovo Utente
  • Post: 71
  • Sesso: Maschio
Re: messa in moto del RC600 Cobra
« Risposta #6 il: 15 Gennaio 2014, 12:17:33 »
Ohhhh.. ho fatto l'acquisto. Carb nuovo TK30 Teikei così mi tolgo il dubbio della bontà o della "otturazione" di qualche pertugio del vecchio TK30. Sapete cosa mi ha detto il mecca al quale ho diligentemente donato il prezioso pezzo? mah... mi dice.. quello sopra è un 27, (TK27? esiste?) questo è un 30 (a me sembravano uguali vista la miriade di volte che l'ho smontato)... di.. io lo butto su poi vediamo.
Ma... community esiste anche un teikei 27?
Grazie

Offline Filippo

  • Administrator
  • Utente d'Elite
  • Post: 14826
  • Sesso: Maschio
  • Skype: filippo.rc
Re: messa in moto del RC600 Cobra
« Risposta #7 il: 15 Gennaio 2014, 13:30:03 »
quello degli xt.. per caso il corpo a depressione ha la scritta YDIS?
Fidatevi di ciò che scrivo, non è farina del mio sacco. O me l'hanno suggerito oppure l'ho visto scritto da qualche parte visitors can't see pics , please register or login

Offline federetto

  • Nuovo Utente
  • Post: 71
  • Sesso: Maschio
Re: messa in moto del RC600 Cobra
« Risposta #8 il: 15 Gennaio 2014, 13:45:08 »
No no, sia quello originale a bordo dell'RC600 che quello nuovo non hanno YDIS.... a me sembrano uguali però vado a memoria sul vecchio, nel senso che quello montato e smontato innumerevoli volte non lo aveva, quello nuovo che non lo abbia ne sono sicuro.... mah

Offline Filippo

  • Administrator
  • Utente d'Elite
  • Post: 14826
  • Sesso: Maschio
  • Skype: filippo.rc
Re: messa in moto del RC600 Cobra
« Risposta #9 il: 15 Gennaio 2014, 13:50:54 »
Mi riferivo al vechio. Sui corpi a depressione di diestinazione yamaha c'era la damosa scritta. su quelli gilera era abrasa.

altra cosa che puoi notare. Sulla vaschetta del primario c'è la sigla che li identifica


Cobra-nordwest E30PV2A
RC                   E27PV2A

Se ha ragione il meccanico potresti acere i carburatori dell'RC prima serie.

Presumo che potresti accorgertene ad occhio

I carburatori cobra hanno gli imbocchi pressocchè uguali

Quelli della prima serie dovrebbero avere l'imbocco del primario + piccolo del secondario
Fidatevi di ciò che scrivo, non è farina del mio sacco. O me l'hanno suggerito oppure l'ho visto scritto da qualche parte visitors can't see pics , please register or login