Autore Topic: Meganotturna sul Garda  (Letto 5404 volte)

Offline CFASD

  • Global Moderator
  • Utente d'Elite
  • Post: 10067
  • Sesso: Femmina
  • Skype: che contenga GILERA GSA
Re:Meganotturna sul Garda
« Risposta #60 il: 17 Dicembre 2017, 13:47:41 »
Quando si può coniugare moto con territorio e strade bianche, questa notizia, che mi era sfuggita, fa bene anche al movimento:

http://www.vallesabbianews.it/notizie-it/(Casto,Provincia)-Motociclisti-con-piccone-e-rastrello-43658.html

e qui ci sono altre foto dell'evento e anche delle 2 Gilera in gara:
https://www.usleonessa1903.com/vallesabbia-classic
Per non dimenticare...
12.02.2011 - Peppetdm900 : sempre con noi
23.10.2011 - Marco Simoncelli : ciao SuperSIC
30.09.2013 - Fabio : grazie di essermi stato amico

Offline RC_true

  • Esperto Consulente Bi4
  • Utente d'Elite
  • Post: 5905
  • Sesso: Maschio
Re:Meganotturna sul Garda
« Risposta #61 il: 17 Dicembre 2017, 23:38:20 »
Grazie CFASDdone....mi hai fatto ricordare che avevo lasciato pendente la storia della mia frizione!!!

Dunque...un paio di settimane dopo la sfortunata partecipazione alla Valle Sabbia Classic, ho trovato il tempo di smontare la frizione e constatare l'entità del danno.

Ebbene...il danno c'era:

[ I visitatori non possono visualizzare gli allegati ]

Come si vede, un disco guarnito lo è rimasto solo di nome....tutto il materiale di attrito è stato letteralmente "scollato" dal suo supporto...ed un altro disco stave subendo la stessa fine; ovviamente i due dischi condotti belli colorati sono stati la conseguenza dei 60 Km di slittate che mi hanno portato alla fine!

Ho iniziato subito a trovare soluzioni per questa situazione: è vero che ci ho messo quasi due anni di smanettate ad arrivare a questa condizione ( e vi assicuro che di situazioni critiche per la frizione ne ho vissute!)...però l'idea di essere sempre appeso ad un filo non mi piace nemmeno un po'!

Attraverso vecchie conoscenze sto facendo una ricerca in Adler per vedere se non esista la possibilità di trovare dei dischi guarniti compatibili che usando materiali più moderni mi garantiscano una forza di attrito superiore a quella garantita dai vecchi dischi originali...ma la cosa non è nè così semplice nè immediate!

Quindi ho seguito il suggerimento del grande DBX, e mi sono portato a casa 6 molle dell'XT 500...ed infatti la situazione sembra promettente:

[ I visitatori non possono visualizzare gli allegati ]

Come si vede, a DX la molla XT ha le stesse dimensioni di quella originale (a SX!)...ma è 8 mm più lunga; questo dovrebbe garantire una forza in sede decisamente superiore ( mi sono ripromesso di misurare la costante elastic delle due molle, in maniera da calcolare l'aumento della forza in sede).

Inserire le molle non è stato semplice...infatti la maggiore lunghezza libera non consente di avvitare le boccole filettate di serie prima che la molla sia compressa....quindi bisogna comprimere le molle e nello stesso momento cercare di avvitare le boccole...un lavoro barbino!

Alla fine sono riuscito...ma, anche non comprimendo le molle fino al Massimo....ho ottenuto una forza alla leva da camion!!

Con la leva della frizione di serie ( che ha un braccio di azionamento di 32 mm) la leva è diventata talmente dura che sarebbe quasi impossibile azionarla nelle condizioni in cui ci si trova nel fuoristrada!!

Si è imposta la ricerca di una leva che avesse un braccio di azionamento minore.....e sulla Baia ho trovato questa bella leva della Moose Racing...che montata fà una bella figura:

[ I visitatori non possono visualizzare gli allegati ]

Questa leva ha una bella particolarità:

[ I visitatori non possono visualizzare gli allegati ]

ha 3 posizioni per il barilotto...che consentono di avere 3 bracci di leva diversi a seconda di dove si posizioni il barilotto : 32, 26 e 20 mm!

Son partito subito usando la posizione col braccio minore: la forza alla leva è ritornata a valori più che umani...anzi...decisamente morbida!!!

Peccato che con questo braccio la corsa effettiva è talmente ridotta che la frizione non stacca completamente: neanche giocando con un gioco della frizione minimo mi è riuscito di avere uno stacco complete...non si può andare in giro così...basterebbe che la frizione gonfiasse minimamente per non riuscire più a staccare!!!

Mio malgrado son dovuto passare alla posizione intermedia (26 mm); la forza alla leva è ovviamente aumentata...ma è ancora ad un valore "Cristiano" e lo stacco è più che valido!

Probabilmente un braccio da 24mm sarebbe l'ideale...ma per adesso accontentiamoci di questo: il fatto che la frizione ormai la uso solo in partenza (le sfrizionate furibonde che dovevo fare col 125 per tenere il motore sempre in coppia ormai me le sono scordate!).

Alla prima occasione vorrei provarla a fondo...ma credo che dovrò aspettare la Anabasi 300; mi scoccia provare una soluzione nuova in una occasione come questa...ma da quì a fine Febbraio il modo per farmi una bella girata lunga non credo che lo trovi facilmente!
« Ultima modifica: 17 Dicembre 2017, 23:41:03 da RC_true »

Offline federosso

  • Utente d'Elite
  • Post: 10466
  • Sesso: Maschio
Re:Meganotturna sul Garda
« Risposta #62 il: 22 Dicembre 2017, 11:57:42 »
non sapevo esistessero leve con posizioni diverse del barilotto.

Beh, immagino che tu abbia già in mente come passare al braccio da 24 !   :fiufiu:  :up:
...Infatti quando poi guidi una moto "tua" ti sembra sempre di essere riuscito a migliorare le cose che non ti piacevano, e anche se...non è così, si gusta più serenamente la guida! eggià... (Duc27)

Offline RC_true

  • Esperto Consulente Bi4
  • Utente d'Elite
  • Post: 5905
  • Sesso: Maschio
Re:Meganotturna sul Garda
« Risposta #63 il: 22 Dicembre 2017, 12:25:21 »
non sapevo esistessero leve con posizioni diverse del barilotto.

Beh, immagino che tu abbia già in mente come passare al braccio da 24 !   :fiufiu:  :up:

Su questa leva no.....col fatto che ha le tre posizioni di ciccia ce n'è poca!!!!

Però il Grande Carlo Venturini mi ha dato l'idea per poter fare il braccio di leva della misura che voglio io....anche 23,56734...se voglio!
Adesso non ho il tempo per spiegarlo...lo faro appena possibile!

Offline federosso

  • Utente d'Elite
  • Post: 10466
  • Sesso: Maschio
Re:Meganotturna sul Garda
« Risposta #64 il: 22 Dicembre 2017, 12:59:34 »
dai, poi o tu o il venturini ci raccontate, che in effetti può tornare comodo un sistema di regolazione del genere..

Su quella tua pensavo che avresti riempito le sedi con tondini in allu per interferenza e poi riforato al punto che ti interessava.
...Infatti quando poi guidi una moto "tua" ti sembra sempre di essere riuscito a migliorare le cose che non ti piacevano, e anche se...non è così, si gusta più serenamente la guida! eggià... (Duc27)

Offline RC_true

  • Esperto Consulente Bi4
  • Utente d'Elite
  • Post: 5905
  • Sesso: Maschio
Re:Meganotturna sul Garda
« Risposta #65 il: 22 Dicembre 2017, 14:17:05 »
dai, poi o tu o il venturini ci raccontate, che in effetti può tornare comodo un sistema di regolazione del genere..

Su quella tua pensavo che avresti riempito le sedi con tondini in allu per interferenza e poi riforato al punto che ti interessava.

Fede...non è un sistema di regolazione micrometrica quello a cui mi riferivo (anche se...magari....una pensata potrei anche farcela!!!) ma un sistema per usare una leva qualsiasi e cambiargli il braccio: bisogna in ogni caso rilavorarla!

Il sistema che dici te, su questa leva Moose non è tanto pensabile...c'è veramente poca ciccia per pensare di far qualcosa....se devo essere sincere mi puzza ce ne sia poca per fare anche quello che deve.....ma non voglio fare la Cassandra; in ogni caso una leva di scorta nel marsupio ...da adesso...me la porto di sicuro!

Offline federosso

  • Utente d'Elite
  • Post: 10466
  • Sesso: Maschio
Re:Meganotturna sul Garda
« Risposta #66 il: 22 Dicembre 2017, 14:43:19 »
 :up:

Beh. Da quello che so gli enduristi sono maghi nel pensare all'impensabile  e ingegnarsi per non farsi trovare impreparati.

Ricordo ancora lo stupore quando postaste una foto di un 125 col motore di scorta intero.  :moto
...Infatti quando poi guidi una moto "tua" ti sembra sempre di essere riuscito a migliorare le cose che non ti piacevano, e anche se...non è così, si gusta più serenamente la guida! eggià... (Duc27)