Categoria Generale > Burocrazia

Passaggio di proprietà moto - motociclo

(1/20) > >>

Filippo:
PASSAGGIO DI PROPRIETA' MOTOVEICOLI (Aggiornato OTTOBRE/2011 da CFASD)
Due metodi che si differenziano per i costi e per i tempi necessari

(1) TRAMITE AGENZIA ACI (Sarete informati allo sportello circa le modalità e documentazioni da presentare)
Comunque il venditore (e l'acquirente, ma quest'ultimo potrebbe andare anche in un secondo momento) si deve recare presso un'agenzia ACI di pratiche veicoli portando con sé libretto e certificato di proprietà della moto (o il foglio complementare, per quelle più vecchie), un documento d'identità non scaduto e i dati dell'acquirente (nome, cognome, residenza, data di nascita e codice fiscale).
La firma dell'atto di vendita si fa direttamente in agenzia. NON è più necessaria l'autentica presso il notaio (Decreto Bersani).
L'agenzia rilascia una carta provvisoria di circolazione dato che il libretto viene ritirato dalla stessa al momento del passaggio e consegnato successivamente o spedito all'acquirente, a seconda degli accordi.
Dopo qualche tempo l'acquirente riceverà il nuovo Certificato di Proprietà sul quale figurerà come proprietario, il libretto della moto e un'etichetta adesiva con i dati del nuovo proprietario; se non lo ha già fatto l'agenzia, l'etichetta sulla quale è riportato il nuovo proprietario va applicata sul retro del libretto di circolazione.

- Costo sicuramente superiore ai 14,62+77,18€, dipende da quanto le agenzie stesse si facciano pagare per i "propri diritti d'agenzia", ossia il loro servizio di sbattimento al posto vostro che invece sarà di pochi minuti e solo in agenzia.
- Tempo d'attesa documenti dipende da quanto periodicamente le agenzie si recano al PRA e che accumuli di pratiche hanno, da qualche giorno in su.

(2) FAI DA TE
Con due opzioni relativamente alla documentazione:
-Andare insieme al venditore in comune e autenticare l'atto di vendita sul Certificato di proprietà, o direttamente al PRA con una marca da bollo di €14,62;
fotocopia documento identità fronte/retro e codice fiscale venditore, 2 fotocopie documento identità fronte/retro e codice fiscale acquirente, fotocopia libretto fronte/retro. I dati sull'atto di vendita e le firme vanno autenticate solo di fronte all'incaricato comunale o del PRA, non prima.
Va anche inserito sul retro dello stesso il prezzo di vendita che non può essere zero ma almeno 1€.
Costo €77,18 e tempo pratiche variabile da pochi minuti a ore, ma i documenti saranno già pronti ed utilizzabili.
(Verrà rilasciato un adesivo da applicare davanti all'impiegato sul libretto, e il nuovo atto di proprietà attestante il nuovo proprietario)
Finito con spesa di €14,62+€77,18 e documenti in mano subito.

-Farsi mandare l'atto di vendita autenticato in comune dal venditore con marca da bollo di €14,62, e il libretto della moto.
Il venditore ovviamente deve recarsi in comune con i dati del compratore ossia della fotocopia fronte/retro di documento identità e codice fiscale.

Una volta che il venditore ha apposto la firma, l'acquirente ha 60 giorni di tempo per recarsi al PRA ed effettuare la cosiddetta trascrizione, con la quale si formalizza la cessione. Anche se ci sono 60 giorni di tempo il consiglio è di farlo quanto prima, per evitare noie di recapito di eventuali contravvenzioni all'indirizzo sbagliato, cioè quello del preceedente proprietario, o pagare sanzioni ed interessi in caso di ritardata trascrizione.

Recarsi al PRA con l'atto di vendita autenticato in marcabollo, 2 fotocopie documento identità fronte/retro e codice fiscale acquirente, fotocopia libretto moto fronte/retro.
I dati sull'atto di vendita sono già stati inseriti in comune.
Va anche inserito sul retro dello stesso il prezzo di vendita che non può essere zero ma almeno 1€.
Costo €77,18 e tempo pratiche variabile da pochi minuti a ore, ma i documenti saranno già pronti ed utilizzabili.
(Verrà rilasciato un adesivo da applicare davanti all'impiegato sul libretto, e il nuovo atto di proprietà attestante il nuovo proprietario)
Finito con spesa di €14,62+€77,18 e documenti in mano subito.

CONSIDERAZIONI FINALI SUI DUE TIPI DI PASSAGGIO
Fare il passaggio in agenzia è certamente più comodo e veloce rispetto al "fai da te", tuttavia il risparmio del "fai da te" è assolutamente interessante, considerando che alla fine la perdita di tempo si può ridurre a un'ora a fronte di un risparmio di 100 euro e anche più.
CHI PAGA IL PASSAGGIO
Il dubbio è se lo deve pagare l'acquirente, il venditore o metà per uno. La regola è che se non ci sono accordi preventivi, il pagamento del passaggio di proprietà spetta all'acquirente. A volte però nella scrittura privata con la quale si determina il prezzo della moto, l'ammontare dell'anticipo e il termine di consegna (scrittura privata che spesso è costituita da un semplice pezzo di carta), si può pattuire diversamente, come ad esempio il pagamento del passaggio a carico del venditore oppure a metà fra i due. Pertanto questo accordo fa parte di un'intesa fra venditore e acquirente e, come tutte le altre condizioni di vendita, deve essere formalizzato per evitare future contestazioni.
PRECAUZIONI - CONSIGLI ed OSSERVAZIONI EXTRA
- Il trasferimento della proprietà della moto avviene nel momento in cui il venditore firma la vendita sul Certificato di Proprietà e lo consegna nelle mani del compratore.
- NON conta nulla il fatto che la moto sia stata consegnata o meno al compratore.
- NON conta nulla il fatto che la moto sia stata già pagata o no: se l'acquirente è in possesso del Certificato di Proprietà firmato e fa trascrivere al PRA la proprietà, può poi andare dal venditore e pretendere la consegna della moto il quale, se si rifiutasse di consegnarla, potrebbe avere noie legali.
Questa situazione rende consigliabile, specialmente se si compra o si vende con uno sconosciuto, effettuare il saldo della moto contestualmente alla consegna del Certificato di Proprietà firmato nelle mani dell'acquirente.
In caso contrario potrebbe succedere che:
-L'acquirente non paghi il dovuto perchè ha già nelle mani il Certificato di Proprietà che lo rende di fatto proprietario del mezzo (Acquirente insolvente o truffatore).
-Il venditore non autentichi la firma sul Certificato di Proprietà nonostante il compratore abbia già pagato prima, rimanendone proprietario (Venditore truffatore).
EVENTUALI INFRAZIONI/SANZIONI DURANTE LA FASE DI TRASCRIZIONE PROPRIETA'
se il venditore va a firmare, l'acquirente fa la trascrizione al PRA e ritira la moto una settimana dopo, nel frattempo il venditore prende due autovelox e una multa senza essere fermato e quindi riconosciuto alla guida, l'acquirente è tenuto a pagare le multe se il venditore non si offre di farlo di sua spontanea volontà in quanto l'acquirente riveste già la qualità di proprietario della moto;
 
se il venditore della moto è già stato pagato dall'acquirente quindi gli consegna la moto ma va a firmare la settimana dopo, tutte le infrazioni commesse dall'acquirente nella quali non viene fermato e riconosciuto sono a carico del venditore, a meno che l'acquirente non si offra di pagarle di sua spontanea iniziativa;
 
per non parlare del caso in cui uno dei due faccia un incidente con feriti gravi con la moto ancora intestata all'altro...
Da quanto appena esposto, risulta anche evidente che per tutelarsi al massimo sarebbe opportuno che il giorno concordato per il ritiro il venditore andasse ad autenticare la firma sul Certificato di Proprietà, che il saldo della moto avvenisse contestualmente alla consegna del Certificato di Proprietà firmato dal venditore all'acquirente con denaro contante o assegno circolare e la moto passasse di mano in quell'istante. Oppure, in caso si abbia piena fiducia nella controparte, le operazioni si possono anche effettuare non contestualmente ma almeno pretendere che la moto rimanga ferma durante gli intervalli temporali nei quali il proprietario è diverso dal custode.

Altra fonte aggiornata 2008
http://www.motoclub-tingavert.it/a169s.html

--- Citazione ---Articolo aggiornato 2008
IL PASSAGGIO IN AGENZIA
Il venditore (e l'acquirente, ma quest'ultimo potrebbe andare anche in un secondo momento) si deve recare presso un'agenzia di pratiche auto portando con sé libretto e certificato di proprietà della moto (o il foglio complementare, per quelle più vecchie), un documento d'identità non scaduto e i dati dell'acquirente (nome, cognome, residenza, data di nascita e codice fiscale). La firma dell'atto di vendita si fa direttamente in agenzia, non essendo più necessaria l'autentica presso il notaio.

L'agenzia di pratiche auto rilascia una carta provvisoria di circolazione dato che il libretto viene ritirato al momento del passaggio e consegnato successivamente o spedito all'acquirente, a seconda degli accordi. Dopo qualche tempo l'acquirente riceverà il nuovo Certificato di Proprietà sul quale figurerà come proprietario, il libretto della moto e un'etichetta adesiva con i dati del nuovo proprietario; se non lo ha già fatto l'agenzia, l'etichetta sulla quale è riportato il nuovo proprietario va applicata sul retro del libretto di circolazione.
Fatto.

Quanto costa il trapasso presso l'Agenzia?
Il costo del passaggio fatto attraverso un'agenzia di pratiche automobilistiche varia dai 170 ai 220 euro a seconda delle agenzie (dato aggiornato al gennaio 2008) se si è in possesso del Certificato di Proprietà, se invece si tratta di motociclo immatricolato prima del 1993 è probabile che anziché il Certificato di Proprietà si abbia il vecchio Foglio Complementare, in questo caso il costo aumenta di ulteriori 20 euro.

IL PASSAGGIO "FAI DA TE"
In questo caso le operazioni sono un po' più complicate, a fronte però di un bel risparmio che si aggira intorno ai 100 euro. Innanzitutto il venditore deve avere il Certificato di Proprietà della moto, un documento d'identità, una marca da bollo da 14,62 euro (controllare che tale importo sia quello in vigore al momento dell'effettuazione del passaggio) e i dati dell'acquirente (nome, cognome, residenza, data di nascita e codice fiscale), poi deve autenticare la firma recandosi:
negli uffici comunali del comune ove ha la residenza.
 
Direttamente al PRA (Pubblico Registro Automobilistico), in questo caso se venditore e acquirente vanno insieme, possono concludere il passaggio seduta stante.
L'autentica della firma consiste nell'apposizione della propria firma sull'atto di vendita (cioè sul certificato di proprietà) alla presenza di un pubblico ufficiale. Prima di autenticare la firma, occorre compilare i riquadri M e T che si trovano sul retro del certificato di proprietà, indicando i dati dell'acquirente, il prezzo di vendita e apporre la firma in presenza dell'ufficiale comunale in corrispondenza della X (vedi facsimille sotto - fare click per ingrandire).

Una volta che il venditore ha apposto la firma, l'acquirente ha 60 giorni di tempo per recarsi al PRA ed effettuare la cosiddetta trascrizione, con la quale si formalizza la cessione. E' vero che ci sono 60 giorni di tempo ma il consiglio è di farlo quanto prima, per evitare noie di recapito di eventuali contravvenzioni all'indirizzo sbagliato, cioè quello del preceedente proprietario.

Al PRA (Pubblico Registro Automobilistico) si deve recare l'acquirente (oppure anche una persona diversa che sia munito di delega, modulo D.T.T. firmato dall'acquirente e fotocopia della carta d'identità dell'acquirente) e deve avere con sè:
Libretto di circolazione della moto
Certificato di proprietà con firma già autenticata come descritto in precedenza
Documento d'identità in corso di validità
Codici fiscali di acquirente e venditore (basta il numero)
Se il venditore è una società: fotocopia di una visura camerale recente e fotocopia della carta d'identità di chi ha firmato l'atto di vendita
Se l'acquirente è extracomunitario: permesso di soggiorno, anche in fase di rinnovo
Allo sportello del PRA l'acquirente dovrà poi compilare un ulteriore modello e pagare una cifra di circa 77 euro che solitamente deve essere corrisposta in contanti o al più tramite assegno circolare, ma è più semplice farlo in contanti. Solitamente, con un'attesa che può variare da qualche decina di minuti a un'ora, il PRA rilascia il nuovo Certificato di Proprietà, aggiornato con i dati del nuovo proprietario, e l'etichetta da appiccicare sul retro del libretto di circolazione, che attesta il nuovo proprietario.
Il passaggio è terminato e non bisognerà fare più nulla.
--- Termina citazione ---

Filippo:
Aggiungo una informazione: ho fatto ieri il passaggio di proprietà della R al costo di 115 € presso un'agenzia del mio Paese.

Eclips:

--- Citazione da: Filippo - 29 Ottobre 2009, 17:47:15 ---Aggiungo una informazione: ho fatto ieri il passaggio di proprietà della R al costo di 115 € presso un'agenzia del mio Paese.

--- Termina citazione ---

Scusa Fil,ma eri assieme al precedente proprietario,oppure hai potuto farlo da solo con il certificato di proprietà firmato, al comune con marca da bollo, dal vecchio proprietario....?

Filippo:
domenica ho preso la moto, lunedì il vecchio proprietario con il certificato di proprietà della moto e i mie dati ha fatto l'atto di vendita e me lo ha spedito per raccomandata.
Miracolo delle poste, martedi era già a casa e mercoledì mattina sono andato nell'agenzia per il passaggio. Il pomeriggio avevo gia il certificato di proprietà nuovo e il tagliando da apporre nel libretto  :ok:

biker_zyx:
Ottimo prezzo Fil, l'ultimo passaggio di una moto mi è costato dall'agenzia la bellezza di 180 euri e il certificato di proprietà spedito a casa dopo ben 4 mesi...   :-X

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

Vai alla versione completa